Connettiti con noi

MUSICA

26 settembre: nel 1969 usciva “Abbey Road” l’ultimo album in studio inciso dai Beatles

54 anni fa il mondo scopriva uno degli album destinati a diventare leggenda

Pubblicato

su

The Beatles

Abbey Road: l’album che contiene brani celebri come Come Together e Something

Accadeva oggi cinquantaquattro anni fa, era il 26 settembre 1969 e usciva Abbey Road, l’ultimo album in studio inciso dai Beatles. Nel lato A ci sono brani diventati celebri come Come Together di John Lennon e Something, che insieme a Here Comes The Sun è tra le più celebri canzoni di George Harrison. Il lato B, invece, è costituito quasi interamente da un lunghissimo medley – chiamato anche The Long One -. Nonostante i quattro musicisti di Liverpool raramente partecipassero assieme alle sedute di registrazione, il risultato finale fu un album notevole.

Il disco registrò un successo di vendite, risultando l’LP dei Beatles più venduto di sempre con più di cinque milioni di copie commercializzate nel primo anno. A paragone, due anni prima le vendite di Sgt Pepper si erano fermate a tre milioni. Abbey Road, infatti è stato inserito nel 2012 dalla rivista Rolling Stones al 14º posto della lista dei 500 migliori album, mentre la rivista News Musical Express lo posiziona al 34º posto della sua analoga classifica dei migliori 500 album.

La copertina dell’album che alimenta la leggenda della morte di Paul McCartney

La copertina di Abbey Road è una delle più celebri e citate della storia del pop.  È anche l’unica copertina del gruppo britannico in cui non compare il titolo dell’album, né il nome della band che si trovano invece entrambi sul retro. Nella foto si vedono i quattro musicisti intenti ad attraversare un passaggio pedonale di Abbey Road (appunto).

Diversi elementi in questa immagine hanno contribuito negli anni ad alimentare la leggenda della morte di Paul McCartney, una teoria del complotto sul mondo del rock che cominciò a circolare nel 1969 sostenendo appunto che Paul fosse morto nel 1966 in un incidente stradale e fosse stato sostituito da un sosia . A sostegno della tesi vengono indicati equivoci indizi, come certi presunti messaggi nascosti negli anni dal gruppo di Liverpool nelle loro opere. In particolare in questo album, il bassista è l’unico scalzo e fuori passo rispetto agli altri, e nel Regno Unito i morti vengono sepolti scalzi.

I riferimenti a questa celebre copertina in opere di altri artisti sono molti: The Abbey Road E.P dei Red Hot Chili Peppers, ad esempio. E il passaggio pedonale di quella celebre immagine è oggi una vera e propria attrazione turistica.

Copyright 2023 © riproduzione riservata Lawebstar.it - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s. P.I.12467380015