Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Amadeus: la bugia a Cecchetto che ha stravolto la sua carriera

Il racconto del produttore discografico su un giovanissimo Amadeus

Pubblicato

su

Amadeus al Festival di Sanremo

Claudio Cecchetto: il ricordo degli esordi di Amadeus

Il produttore discografico e conduttore radiofonico Claudio Cecchetto ha ripercorso il suo legame con Amadeus nel corso di un’intervista in cui ha parlato degli esordi dell’oggi conduttore del Festival di Sanremo appena concluso.

Claudio Cecchetto: “Ogni mattina veniva in treno da Verona”

Sulle pagine del Corriere della Sera Claudio Cecchetto ha parlato del suo profondissimo legame con il direttore artistico e conduttore della 72sima edizione del Festival di Sanremo, Amadeus. “È anche lui figlio – ha avuto modo di raccontare Cecchetto– di un ambiente del tipo ‘caffè letterario francese’, dove gli artisti s’incontravano e, scambiandosi opinioni ed esperienze, crescevano insieme”. Andando a ritroso nel tempo, Cecchetto ha condiviso anche di quando Amadeus gli si presentò come giovanissimo disc jockey: “Me lo ricordo bene, stavo presentando il Festivalbar, Salvetti mi disse di questo ragazzo di Verona. ‘Sembra simpatico’, mi fa. Così ho conosciuto Amadeus e l’ho convocato a Radio Deejay“. 

La bugia di Amadeus che ha cambiato la sua carriera

Amadeus Sanremo
Amadeus Sanremo

Sul filo dei ricordi, Cecchetto si è poi soffermato sull’aneddoto relativo alla “bugia” detta da Amadeus, che già metteva in luce la sua grande professionalità: “Pensavo avesse problemi a trasferirsi a Milano. Lui però disse che aveva già un posto dove dormire perché lavorava spesso in città. Dopo un mese mi confidò che si alzava presto ogni mattina per venire in treno da Verona. Una bugia detta per non crearci problemi: mi fece capire che ci teneva“.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.