Connettiti con noi

PROGRAMMI

Amici 22, Rita si confessa a Maria: di che cosa soffre la ballerina

Le parole della ballerina, che non aveva mai detto

Pubblicato

su

rita maria amici

Rita di Amici si confessa a Maria: di cosa soffre

Rita, la ballerina di Amici 22, si è confessata a Maria circa alcune problematiche che ancora oggi si trova ad affrontare. La ragazza ha parlato di questa parte della sua vita più privata, non con poche difficoltà, visto che fino a questo momento ha sempre scelto di tacere a proposito.

“É una cosa che avresti dovuto dire prima, a voce alta”

Maria, quindi ha aiutato Rita ad aprirsi ad Amici, spiegandole: “È una cosa che avresti dovuto dire prima, a voce alta. Spiegandolo. Non ti devi minimamente vergognare, anzi deve essere quasi come una medaglia che ti metti perché stai cercando di superarla. Però andava detto, andava spiegato“. In questo modo, Rita ha spiegato di essere dislessica, disgrafica ed anche discalculica.

Sulla questione è anche intervenuta la maestra dell’allieva, nonché la Celentano, che più volte – senza sapere – ha rimproverato Rita di inespressività (la ballerina infatti spende tutte le sue energie contando per non perdere il tempo). “Perché non me lo hai detto? Io mi sento anche in colpa, se lo avessi saputo non ti avrei detto le cose che ho detto. Non ti avrei preso così“, queste le parole della Celentano, che ha voluto confrontarsi di persona con la giovane.

Dislessia e discalculia: cosa sono e quali limiti comportano

É opportuno stabilire innanzitutto che la dislessia ed anche la discalculia non sono riconducibili né a problemi/disturbi mentali, né ad altre patologie della stessa sfera. Sono invece classificati come disturbi specifici dell’apprendimento, dunque inerenti alla sfera dell’apprendimento.

Con il termine dislessia (quello più comunemente conosciuto) si fa riferimento ad una condizione di difficoltà (caratterizzata da problemi) con la lettura. Non ha niente a che vedere, ovviamente, con l’intelligenza di una persona. Ci possono essere problemi, ad esempio nella pronuncia delle parole, nella lettura veloce, nella scrittura a mano, ed ancora nella comprensione di ciò che si legge.

Con il termine discalculia, invece, si fa riferimento sempre ad un disturbo specifico dell’apprendimento ma nell’ambito della comprensione dell’aritmetica. Questa difficoltà si manifesta nella comprensione dei numeri, nell’abilità di manipolare i numeri stessi e di esercitarsi con essi.

La disgrafia: un disturbo della scrittura

Con il termine disgrafia, infine, si fa riferimento ad un vero e proprio disturbo della scrittura. Questo significa che la persona avrà delle problematiche nella riproduzione tramite la scrittura di segni alfabetici e numeri. É una condizione che riguarda esclusivamente il grafismo.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.