Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Chiara Ferragni e il cachet di Sanremo in beneficienza: parla Costanzo

Chiara Ferragni al Festival di Sanremo tra notorierà e beneficienza: la sentenza di Maurizio Costanzo

Pubblicato

su

chiara ferragni festival sanremo costanzo

Chiara Ferragni sempre più vicina al Festival di Sanremo 2023

Maurizio Costanzo ci vede lungo se non forse lunghissimo su Chiara Ferragni e ha deciso anche lui di esprimere il suo pensiero in merito ad uno degli argomenti più caldi degli ultimi giorni: la decisione dell’imprenditrice di devolvere in beneficienza il suo intero cachet percepito al Festival di Sanremo 2023.

Il cachet di Sanremo devoluto in beneficienza: Chiara Ferragni, l’analisi di Costanzo

Qualcuno ha gridato subito al marketing, altri invece hanno voluto inserire questa mossa in un più ampio discorso dove Chiara Ferragni non è più una persona ma un brand. Brand che, in quanto tale, compie azioni per accrescere il proprio consenso e anche il proprio guadagno in visibilità e ritorno economico. Sulla decisione della Ferragni di devolvere il cachet del Festival di Sanremo 2023 (qui l’ipotetica cifra strappata alla Rai) si sono spesi fiumi di parole tra giustificazioni, rivendicazioni e polemiche.

Maurizio Costanzo: “Deve giustificare la sua presenza”

Anche Maurizio Costanzo ha un suo pensiero a riguardo e non si è tirato indietro dall’esporlo sulle pagine del settimanale Chi. Un pensiero ben articolato e solido che sembra scavare più a fondo. “È indubbiamente una battaglia giusta“, scrive Costanzo riferendosi alla beneficienza della Ferragni a favore dell’associazione D.i.Re, contro la violenza sulle donne. “E serve anche risolvere il problema vero della Ferragni, e cioè che deve trovare un modo per giustificare la sua presenza a Sanremo. Questo è un modo elegante per farlo“, pochissime parole quelle di Costanzo. Poche ma buone viene da dire perché questa concisa riflessione è quanto mai oggettiva su una decisione presa in maniera quanto mai strutturata e consapevole.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.