Connettiti con noi

NEWS

E’ morto Vittorio Emanuele di Savoia, la sua vita una lotta contro la malattia e il supporto incrollabile di Marina Doria

Pubblicato

su

Vittoria di Savoia e il nonno Vittorio Emanuele

In ospedale da molte settimane si trovava Vittorio Emanuele di Savoia, che da anni soffriva di diversi problemi di salute e aveva subito numerose operazioni al femore.

Da Natale la sua condizione era peggiorata. Negli ultimi giorni, Marina Doria, sua moglie, era rimasta al suo fianco.

Vittorio Emanuele era un ragazzo molto sportivo e atletico, che giocava all’interno della Manica lunga del Quirinale quando i Savoia erano Re. Cresciuto in esilio, negli ultimi anni era costretto a utilizzare due protesi al femore e una sedia a rotelle. Gli ultimi due mesi della sua vita, i più difficili secondo quanto emerso dal Corriere, erano stati segnati da una febbre alta che non passava.

Alla fine, Vittorio Emanuele aveva deciso di farsi ricoverare in ospedale per trattare l’infezione con antibiotici, nonostante avrebbe preferito restare accanto a Marina nell’chalet di Gstaad, dove amavano trascorrere i mesi invernali. Marina, 89 anni, si era spostata continuamente tra il chalet e l’ospedale per essere al suo fianco, come aveva fatto per tutta la vita. Vittorio Emanuele ha accettato di farsi ricoverare in ospedale e ha sperato in un miglioramento, tanto che aveva chiesto di allestire un ufficio provvisorio nella sua stanza.

Purtroppo, il miglioramento sperato non si è realizzato, ma anzi si è verificato un ulteriore peggioramento che ha portato alla sua fine. Nelle ultime foto, in compagnia di sua nipote Vittoria, che ora diventa l’erede al trono di Casa Savoia, e con suo figlio Emanuele Filiberto che assume la guida del casato, Vittorio Emanuele era sempre sulla sedia a rotelle. Anche durante l’ultimo importante incontro della Casa Savoia ad Altacomba nel 2023 per commemorare l’anniversario della morte di Umberto II nel marzo 1983, Vittorio Emanuele era stato spinto su una sedia a rotelle.

Già nel 2017, quando era andato a Vicoforte per rendere omaggio alla tomba italiana di sua nonna Elena e di Vittorio Emanuele III, era arrivato con una forte febbre. Gli ultimi anni erano stati un vero calvario per la sua salute, ma Marina era sempre stata al suo fianco, sostenendolo in tutte le prove della vita, grandi e piccole.

Copyright 2023 © riproduzione riservata Lawebstar.it - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sportreview S.r.l. P.I.11028660014