Connettiti con noi

MODA

Ecco l’outfit “gennaio”: tutti i capi e gli accessori imperdibili del mese

Gonne midi, paillettes, tagli anni Novanta, capelli rossi e stivali fin sopra il ginocchio: i trend di gennaio 2022

Pubblicato

su

Outfit Gennaio 2022

Outfit gennaio 2022: tutte le mode del momento

Gennaio 2022, anno nuovo outfit nuovo. Anche quest’anno si apre all’insegna dell’alta moda e delle tendenze, trend che non smettono mai di stupire e che ancora una volta vedono salire sul podio vecchie reminiscenze. Dalla capigliatura anni Novanta ai capi midi passando per il lamé e le paillettes in abbinamento a capi senza tempo come i cuissardes. L’outfit del mese dalla testa ai piedi selezionato dalla redazione de LaWebstar.it frugando negli armadi più alla moda del momento.

Il look di gennaio 2022: gonne midi e taglio anni Novanta

G come gonna midi. Che siano scozzesi, a tinta unita in panno leggero o in lana tartan come quelle di Alberta Ferretti, o che siano plissettate in satin, a ruota o di jeans, le gonne la fanno da padrone in questo freddo gennaio 2022. Merita però un occhio di riguardo il taglio: è infatti la gonna midi, lunga appena sotto il ginocchio, proprio come quella indossata dalla regina consorte di Spagna, Letizia Ortiz, il taglio del mese. Una longuette che ritorna spesso nei recenti outfit della reale spagnola che punta sempre a look semplici nella loro assoluta eleganza. Degna di lode a questo proposito la gonna midi indossata dalla Reina in occasione dell’inaugurazione dell’assemblea annuale dei direttori dell’Istituto de Cervantes. Nello specifico si tratta di un capo frutto dell’estro dello stilista Massimo Dutti.

gonna midi letizia ortiz
La gonna midi Massimo Dutti indossata da Letizia Ortiz

E come Elisabetta Franchi. Per quale motivo? Nonostante l’avanguardismo della stilista, qualcuno ugualmente se lo chiederà. In questo caso la stilista bolognese rientra di merito nel nostro “outfit di gennaio 2022” per il sapiente uso e riuso delle paillettes all’insegna di un vero eterno ritorno. Glitter, paillettes, lamé, capi metallizzati: che si parli di camicia o di borsa, poco conta di questi tempi, l’importante è ricordarsi di brillare. Così infatti inserti scintillanti permangono cool resistendo al Capodanno così come tutte le sfumature dell’oro e dell’argento. Come si fa a questo proposito a non citare il Mini dress charleston in paillettes, un’esplosione di luce frutto dell’estro della Franchi da abbinare, come consiglia, a degli altrettanto intramontabili cuissardes, anche loro tornati alla ribalta.

Mini dress charleston in paillettes
Mini dress charleston in paillettes by Elisabetta Franchi

N come anni Novanta. Si chiacchiera tanto e non solo nei saloni di bellezza del grande ritorno del Bixie, non un semplice taglio ma IL taglio, eletto ad essere il re di questo inverno 2022. Un taglio medio corto proprio come quello iconico sfoggiato da Meg Ryan in C’è posta per te, entrato nella storia. Un altro cavallo di ritorno che ovviamente viene filtrato dalle rivisitazioni dei tempi correnti e trova nuova vita in maniera più fresca, volumizzata e senza ricorrere a tagli troppo netti. E se dal bixie a vario titolo sono passate quasi tutte le star di Hollywood, è tempo che ora ad osare siano i comuni mortali.

Meg Ryan
Meg Ryan in un vecchio scatto su Instagram con l’iconico taglio bixie

Rosso Carota, A di autodeterminazione e C come cuissardes

N questa volta come Noemi. Parliamo proprio di lei, la cantante che ancora una volta tra meno di un mese calcherà il palco del Teatro Ariston di Sanremo, in gara come big al Festival di Sanremo 2022 con il brano Ti amo non lo so dire. Come è possibile immaginare e intuire, il riferimento a lei è al suo esclusivo colore di capelli. La moda del momento vuole che oltre al vaniglia e ai toni rosati, siano proprio le tonalità del rosso le più trendy di gennaio 2022. Rosso rame ma anche mogano, ciliegia, quasi “fluo” o “carota acceso”: queste le tonalità perfette soprattutto per le pelli più rosate ed olivastre. Sembra però essere arrivato il momento e la stagione giusta per spingere sulla luminosità e passare dal “rosso mogano Miriam Leone” al “rosso carota Noemi”. Un consiglio? Azzardi solamente chi ha intenzione di prendersene regolarmente cura o gli effetti indesiderati potrebbero farvene pentire amaramente.

Noemi su Instagram
Gli iconici capelli “rosso Noemi”

A come Alessandro Michele ma anche come Autoderminazione. Espressione di libertà, responsabilità, del volere e del fare rispondendo alla sola legge che vige in ogni singolo individuo. L’autodeterminazione che trasmette una singola borsa come la Gucci Diana, un simbolo anch’esso puramente anni ’90 e rivisto nel 2021 proprio da Michele, a distanza di ben 20 anni da quel lontano 1991. Forte, decisa, caratterialmente indipendente e raffinata come il suo emblematico manico in bamboo. Costo dell’operazione? Variabile tra i 2.000 e i 3.500 euro.

Gucci Diana
L’iconica Gucci Diana con i manici in bamboo

I come Intramontabili sono i cuissardes. Meglio noti ai più come semplici “stivali alti fin sopra al ginocchio”, anche questi ritornano sensualmente dal passato per essere indossati oggi con estrema naturalezza ed eleganza. Cuissardes da cuisse, ovvero coscia, in ragione della loro altezza, stanno diventando un vero must-have del mese in tutte le loro declinazioni. Aderentissimi in velluto ma anche in vernice, di tonalità distinte, i cuissardes possono essere complici perfetti per serate eleganti ma anche per rilassanti passeggiate diurne, migliori amici di chi ha necessita di slanciare la propria figura senza ricorrere necessariamente a scomodi tacchi, non così facili da declinare. In velluto e con tacco come quelli di Laura Chiatti o bassi e in vernice come quelli della Ferragni, a voi libera scelta.

Cuissardes Laura Chiatti e Chiara Ferragni
I cuissardes indossati da Laura Chiatti e Chiara Ferragni

O come Oro. L’abbiamo già detto che in questo gennaio 2022 la parola d’ordine sarà brillare? L’argento sì ma anche l’oro, soprattutto quando parliamo di gioielli, non dovrà mancare nell’outfit di gennaio che dovrà essere estremamente lucente, quasi a voler illuminare come un faretto il lungo cammino del nuovo anno appena iniziato. Quale miglior luce se non quella sprigionata dall’oro di Schiaparelli che, quest’anno, ha voluto fondersi al surrealismo per dare vita a gioielli unici nel loro genere, antropomorfi, all’insegna di un vero e proprio pezzo d’arte da indossare.

gioielli schiaparelli
Il surrealismo di Schiaparelli

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.