Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Effetto domino in Rai: il manager di Insegno accusa Presta, ma la patata bollente si chiama Pino

Dopo il flop del Mercante in Fiera non sarà semplice per Rai trovare una nuova collocazione al conduttore

Pubblicato

su

Pino Insegno Mercante in Fiera

La Rai deve andare sul sicuro: L’Eredità può davvero permettersi il “rischio Insegno”?

Il nuovo/vecchio Mercante in Fiera di Pino Insegno non ha funzionato. Per la Rai questo rappresenta un problema, non tanto per il format “cavallo di Troia” che ha riportato oltre le mura di viale Mazzini il conduttore e doppiatore, ma soprattutto perché il piano che lo vedeva al timone di quiz collaudati e ben più blasonati ora vacilla. A togliere un po’ di stigma su Pino Insegno ci ha provato il suo manager Diego Righini, che chiama quelli che sono naturali e comprensibili ripensamenti Rai come dispetti firmati Lucio Presta.

In ballo c’è la conduzione de L’Eredità, programma che non può floppare, soprattutto a causa di una forzatura di palazzo. La Rai sta pensando attentamente se davvero vale la pena affidarlo a Pino Insegno e, qualora la risposta alla fine sia ‘no’, guarderà giustamente in casa verso chi si è dimostrato capace di portare in dote dati d’ascolto più che soddisfacenti, come ad esempio Marco Liorni o Flavio Insinna.

La conduzione de L’Eredità potrebbe inoltre, qualora la Rai decidesse di andar sul sicuro optando per la guida Liorni, comportare molto probabilmente l’affidamento a Pino Insegno di Reazione a Catena, che visti i risultato del Mercante in Fiera, proprio una bocciatura non sarebbe. Le difficoltà in Rai sono però nuove, va detto, perché chi al momento rappresenta un rischio per share e inserzionisti è Insegno.

Copyright 2023 © riproduzione riservata Lawebstar.it - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s. P.I.12467380015