Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Elisabetta Canalis, scoppia la polemica dopo il Festival: ecco quanto è costato lo spot “La mia Liguria”

È giusto che per uno spot di 30 secondi la showgirl sia stata pagata così tanto?

Pubblicato

su

Elisabetta Canalis durante lo spot "La mia Liguria"

Elisabetta Canalis: una sarda che pubblicizza la Liguria con lo skyline di Los Angeles alle spalle

Il Festival di Sanremo fa parlare di sé ancora diversi giorni dopo la sua conclusione. Questa volta al centro delle polemiche non c’è né Achille Lauro né Checco Zalone, ma Elisabetta Canalis e lo spot per cui ha prestato la sua voce e la sua immagine. Lo spot chiamato La mia Liguria, andato in onda durante la prima serata del Festival di Sanremo, fa parte di una campagna promozionale costata complessivamente 200mila euro ideata dalla Liguria per incentivare il turismo nella regione.

Il cachet spropositato della Canalis fa discutere

La prima fonte di polemica riguardante lo spot è il costo dell’ex-velina: su un totale di 200mila euro di budget investiti per la campagna pubblicitaria, sembra che 100mila euro siano andati solamente alla testimonial Elisabetta Canalis.

Il presidente della Liguria Giovanni Toti, dovendo rispondere a un’interrogazione in consiglio regionale del capogruppo Ferruccio Sansa (Lista Sansa), ha dichiarato: “È stata individuata come primo testimonial Elisabetta Canalis per un importo complessivo di 100 mila euro. Questi costi parametrati al pubblico che ha visto il Festival di Sanremo valgono lo 0,01% per contatto, una delle campagne pubblicitarie migliori che ricordo nella mia ventennale esperienza nelle tv commerciali“. Nonostante il ragionamento sembri aver senso, se ci si ferma un attimo a pensare alla proporzione tra numero di persone e compenso ricevuto, ricorda vagamente quando si sente dire che l’1% della popolazione mondiale possiede il 43% della ricchezza globale. Il che suona proprio come un’ingiustizia.

L’incoerenza non è piaciuta al pubblico

Se ci si prova ad immaginare uno spot pubblicitario di una regione italiana, l’elemento che si dà per scontato è che sia una persona che proviene da quei luoghi a metterci la faccia. La selezione non è ricaduta su nessun personaggio ligure per lo spot La mia Liguria, bensì sulla sarda Elisabetta Canalis. Questa scelta è stata molto criticata dal pubblico, aggravata ulteriormente dall’immagine di Los Angeles e dei suoi grattacieli impressa sullo sfondo.

È stato quindi scelto di valorizzare un territorio non puntando sulla sua unicità, ma volendola paragonare a qualcos’altro. Scelta di cui nessun ligure sarà stato eccessivamente soddisfatto. Rispetto a questo, Giovanni Toti ha detto: “L’idea di base è che non solo un ligure può apprezzare le bellezze della Liguria, altrimenti avremmo un turismo autarchico. Siccome Canalis è stata protagonista di un Festival di Sanremo, si tendeva a proporre un’idea dei ricordi che restano parte del proprio bagaglio di esperienze personali in Liguria, anche vivendo ormai lontani dalla nostra Regione“.