Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Fiorello: l’intervista esclusiva in prima serata su Rai1

Domani sera su Rai1 in prima serata l’esclusiva intervista a Rosario Fiorello

Pubblicato

su

fiorello intervista

Rosario Fiorello: l’intervista esclusiva allo showman in onda su Rai1 il 30 dicembre

Rosario Fiorello è sicuramente una delle più grandi sicurezze della Rai di oggi ma lo è sempre stato, anche ben prima del suo approdo alla conduzione di VivaRai2! tutte le mattine sul secondo canale del servizio pubblico: amatissimo dal pubblico e dai vertici, il 30 dicembre in access prime time proprio Fiorello sarà protagonista di un’intervista che verrà trasmessa su Rai1, Stasera parlo io, a cura del direttore del Tg1 Gian Marco Chiocchi. Un evento esclusivo per la Rai che ha deciso di lasciare la prima serata del sabato sera libera per Fiorello, arrivano persino a far slittare Affari Tuoi.

Chi è Rosario Fiorello: età, origini siciliane e l’inizio della sua carriera prima della tv

All’anagrafe Rosario Tindaro Fiorello, non tutti sanno che più che il nome Fiorello è proprio il cognome dell’amato showman nato a Catania il 16 maggio del 1960. Rosario ha infatti compiuto 63 anni qualche mese fa, quasi coetano dell’amico Amadeus che di anni invece ne ha compiuti 61. Difficile raccontare in poche righe l’immensa carriera artistica di Fiorello così come difficile è ascriverlo ad una sola categoria. Versatile e poliedrico, Fiorello è conduttore ma anche attore, comico ma anche imitatore, cantante ma anche showman, speaker radiofonico: non c’è ambito dello spettacolo che non sia stato da lui esplorato, ottenendo il massimo risultato.

Chi sono i fratelli di Rosario Fiorello: Anna, Catena e Beppe

Nato a Catania, Fiorello ha numerosi fratelli di cui è solamente il primo in ordine di nascita. Subito dopo Fiorello è nata Anna Fiorello, lontana dal mondo della tv; Catena Fiorello che è conduttrice ma anche scrittrice e infine Giuseppe, detto Beppe, Fiorello, celebre attore italiano. Primogenito di Nicola e Rosaria, Rosario cresce in Sicilia e in adolescenza si adopera in diversi ambiti: prima muratore ma poi anche garzone per un barbiere, idraulico, falegname e pure centralinista per pompe funebri. La svolta arriva negli anni ’70 quando Fiorello viene assunto per la Valtur come animatore in villaggi turistici, non senza la scalata partendo come semplice aiuto cuoco. La sua ironia, la sua capacità di animare e divertire il pubblico ma anche le sue imitazioni fanno centro e inizia a farsi conoscere per l’Italia, arrivano poi a 16 anni a lavorare in radio.

Altra svolta negli anni ’80 quando Fiorello è ormai già noto nell’ambiente e Gino Landi fa proprio il suo nome a Pippo Baudo e arriva il provino per Fantastico. Sono gli anni in cui su L’Espresso parlano di Fiorello come Superstar dei villaggi Valtur. Poi l’incontro, cruciale, con Claudio Cecchetto e i primi illustri colleghi in radio, quelli che diventeranno gli odierni Scotti e Amadeus.

Il rapporto conflittuale con il Festival di Sanremo: la morte del padre negli anni ’90

Il rapporto con il Festival di Sanremo per Fiorello, diversamente da quanto possa sembrare, è meno felice. Nel 1990 infatti Fiorello perse il padre a causa di un infarto proprio mentre si trovava in Riviera come inviato per Radio Deejay. A seguito di questo doloroso evento Fiorello decise di allontanarsi dalla realtà di Sanremo, evitando quanto più il Festival con il quale per anni non ha avuto un bel rapporto.

Fiorello e la malattia: il tumore scoperto per caso e raccontato nel 2015

Tra i risvolti personali decisamente molto meno noti, tra i tanti, c’è anche la malattia di Fiorello. Nel 2015 lo showman ha dovuto affrontare la diagnosi di tumore, una scoperta avvenuta per puro caso. “Sono stato operato di melanoma alla schiena. Il dermatologo voleva controllare tutti, dai capelli al pisello, per verificare l’esistenza dei nei. Durante questo controllo il medico ha scoperto la presenza di 7 nei sul pene, sospetti, e sono stati rimossi“, aveva raccontato.

Copyright 2023 © riproduzione riservata Lawebstar.it - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sport Review S.r.l. P.I.11028660014