Connettiti con noi

GOSSIP

Giorgia Soleri sulla malattia: “Damiano è stato santificato, la Ferragni no”

Giorgia Soleri fa un delicato paragone con i Ferragnez

Pubblicato

su

giorgia soleri

Giorgia Soleri: la fidanzata di Damiano dei Maneskin

Giorgia Soleri è un’attivista ed influencer di 26 anni. E non solo, anche la fidanzata di Damiano David dei Maneskin. La ragazza, che ha un grande seguito sui social, ha sempre parlato apertamente ai suoi followers della malattia di cui soffre da quando aveva 16 anni: la vulvodinia. In un’intervista per Fanpage.it, ha detto la sua proprio a proposito della questione: vediamo le parole nel dettaglio.

YouTube Invito LaWebstar

Giorgia Soleri: “Nessuno ha detto a Chiara ‘Che brava'”

Giorgia Soleri soffre da anni di vulvodinia, si è detto. E Damiano David ha scelto di rimanerle accanto in questa battaglia, per sua scelta. Proprio a proposito di questo, la Soleri ha asserito, facendo riferimento alla recente malattia di Fedez: “Nessuno ha detto a Chiara ‘Che brava, sei una santa che stai al fianco ad un uomo malato’, cosa che invece Damiano si sente dire ogni giorno. Diamo per scontato che le donne abbiano un ruolo di “cura” all’interno della famiglia.

Chiara è una compagna incredibile ed è stata un’ancora per Federico in un momento di difficoltà, come anche Damiano è stato per me. Però lui viene santificato, lei no. L’amore è sostenersi a vicenda, a prescindere dall’essere uomo o donna. Gli sono immensamente grata per la persona che è, ma non voglio sentirmi grata perché non mi ha abbandonata per via della malattia”.

Ed ha specificato ulteriormente la Soleri: Premetto che non gli ho mai chiesto di prendere parte a questa battaglia. Lo ha fatto spontaneamente e lo apprezzo moltissimo, ma se avesse preferito restarne fuori, non gliene avrei fatto una colpa. Non voglio sminuire la sua figura, ma sta facendo quello che qualunque persona che ama farebbe. Ha messo “i puntini sulle i”, la compagna di Damiano. Che, tra le altre cose, ha anche pubblicato un libro di poesie.

Giorgia Soleri: “Come è nato La signorina Nessuno”

In un’intervista per Il Libraio, l’infuencer ha raccontato la genesi di questo libro: Ho iniziato a scrivere poesie nel 2006, avevo dieci anni. Andavo in quinta elementare. Non saprei nemmeno descrivere come e perché, è stata un’esigenza spontanea, molto ingenua e inconsapevole. Mi è sempre piaciuto molto leggere. Ma più che altro romanzi, la poesia l’ho scoperta dopo. Come? Uno dei primi ricordi legati alla poesia riguarda un libro di Andrea Melis. Mi sono innamorata del suo modo di scrivere, così ho deciso di iniziare a seguirlo su Instagram, per fargli sapere quanto mi piacessero le sue poesie“.

E ancora, più nello specifico: “Mi ha detto ‘Come ci è finita una modella da 20mila follower a seguire un poeta sconosciuto come me?’. Gli ho raccontato che amavo la poesia e, dopo un po’, gliene ho fatto leggere qualcuna. A dire il vero, prima di quel momento, non avevo mai condiviso con nessuno quello che scrivevo. La consideravo solo una cosa estremamente personale. Sono passati tre giorni di silenzio finché non mi ha chiamato dicendomi che ero ‘la nuova Alda Merini’. Mi ha spronato a pubblicare a tutti i costi. Io ero un po’ scettica, non volevo. Ma la sua reazione ha seminato in me un’idea, che poi lentamente è cresciuta. Così nel 2018 è nata La signorina Nessuno“.

giorgia soleri damiano david