Connettiti con noi

MODA

Pauline Ducruet e Alter Designs: la moda non-binaria ed eco-friendly della nipote di Grace Kelly

Ecosostenibilità e genderless: la moda monegasca di Pauline Ducruet

Pubblicato

su

pauline ducruet alter designs

Pauline Grace Maguy Ducruet, un nome che magari a qualcuno potrebbe non risuonare così conosciuto, meno di una descrizione più semplice come “la nipote di Grace Kelly”. Proprio così però, parlando di moda, è il caso di chiamare in causa la figlia della principessa Stéphanie di Monaco e di Daniel Ducruet, la 27enne Pauline che in tempi recenti ha fondato Alter Designs, la sua personale casa di moda sostenibile e non-binaria.

Pauline Ducruet, l’erede di Grace Kelly e la moda sostenibile senza genere

Ne ha fatta tantissima di strada la giovane Pauline prima di decidere, nel 2018, di dare vita al suo marchio, la sua casa di moda Alter Designs. Passi che inizialmente la nipote di Grace Kelly e Ranieri di Monaco ha mosso in quel della scuola di Parsons per farsi poi propriamente le ossa in Louis Vuitton e Vogue Paris. Come lei stessa ha raccontato in queste settimane a 7 de Il Corriere della Sera, il percorso ha avuto inizio da quella che era più semplicemente una grande passione coniugata a principi etici ben definiti e riconoscibili, ora identificabili con il suo marchio.

pauline ducruet e la moda sostenibile di Alter Designs
Alter Designs, la casa di moda di Pauline Ducruet. Fonte: Instagram

Pauline Ducruet: gli studi a Parigi e New York, poi Alter Designs

Ho sempre sognato di creare moda, sin da piccola. Poi ho studiato alla Marangoni di Parigi e alla Parsons a New York… e ho fatto anche delle leadership in Louis Vuitton e anche da Vogue“, ha così raccontato la Ducruet. C’è la sostenibilità tra i principi della “piccola” di Monaco e anche un attentissimo occhio alla moda che ora può essere definita genderless: la moda che sconfina oltre la distinzione del genere lasciando campo libera alla sola libertà di espressione. Riprendendo il concetto dalla biografia stessa del brand della Ducruet: “Alter è un marchio visionario nato per abbracciare e ispirare la libertà di sé stessi“. Un’etichetta che guarda in maniera più che rispettosa e quasi religiosa le politiche ambientali e che abbraccia i più ampi sentimenti di tolleranza, amore, libertà, condivisione e libertà di espressione attraverso capi in seta e jeans.

alter designs moda
Alter Designs, la moda firmata Pauline Ducruet. Fonte: Instagram

Alter Designs non può dunque che inserirsi, insieme alla sua mente Pauline, in quel filone di moda che sposa totalmente i principi eco-friendly ed unisex, amandosi descrivere fin dal principio non-binaria, andando quindi a coniugare in capi unici due filosofie diverse che poggiano le fondamenta sulla tolleranza. Come la stessa Ducruet aveva spiegato a Monaco Tribune: “Avevo un po’ paura di entrare nel mondo non binario, di mescolarlo con l’eco-responsabilità; per Monaco, forse, era un po’ troppo. Ma questa idea è stata accolta molto bene“.