Connettiti con noi

BENESSERE

Pitaya o frutto del Drago: un prezioso alleato per la salute

I benefici di questo particolare frutto esotico

Pubblicato

su

Pitaya Pitahaya Frutto del Drago

Si chiama Pitaya, Pitahaya o più semplicemente frutto del Drago ed è il frutto proveniente dall’America Centrale ormai largamente diffuso anche in Italia. Proprio il clima del nostro Paese rende possibile la coltivazione della Pitaya, soprattutto nelle regioni meridionali. Dalla scorza gialla o rossa e dalla polpa rispettivamente bianca o violacea, il frutto del Drago possiede proprietà organolettiche in grado di essere un valido alleato per la nostra salute. Scopriamo insieme i benefici che può avere il consumo abituale di Pitaya.

Pitaya, per fare il pieno di antiossidanti

Frutto del Drago polpa

Dal gusto dolce e delicato, con le sue 70-100 calorie per 100g, la Pitaya è un frutto composto principalmente da acqua per circa il 90% del peso e da carboidrati (per il restante 10% circa). Povero di grassi, il frutto del Drago è una buona fonte di fosforo, calcio e Vitamina C e contiene molecole antiossidanti, alle quali sono attribuite proprietà anti-invecchiamento e può collaborare alla riduzione dei livelli di colesterolo nel sangue, prevenire il diabete e influenzare positivamente la guarigione da ferite. La Pitaya è in grado inoltre di stimolare l’appetito, apportare benefici sulla memoria e sulla vista e facilitare la perdita di peso. Come ogni altro alimento, è sconsigliato farne un consumo smodato ed è sempre bene ricordare che per un’alimentazione sana ed equilibrata bisogna considerare la propria condizione di salute generale e in caso di dubbi consultare il proprio medico di base o un nutrizionista.

Advertisement

Più Benessere

Advertisement

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.