Connettiti con noi

LIBRI

A Milano si legge di più: i risultati della ricerca dell’Associazione Italiana Editori

L’Osservatorio AIE ha presentato i risultati di una ricerca sui comportamenti dei lettori del Comune di Milano

Pubblicato

su

Libri in libreria

Milano è da sempre considerata la capitale italiana dell’editoria, città che ha visto nascere e fiorire dal Gruppo Mondadori ad altre infinite realtà più piccole, ma in questi giorni scopriamo anche che è diventata la capitale italiana della lettura. Se il primato del numero di lettori è da sempre stato prerogativa delle città del Nord, stando ai rapporti Istat, l’incoronazione del capoluogo meneghino rappresenta una novità.

Un campione di mille intervistati ha risposto sulle proprie abitudini di lettura nel 2021

In generale, le vendite dei libri sono migliorate rispetto all’anno “nero” della pandemia. Tantissimi giovani hanno utilizzato strumenti come la 18app per l’acquisto di libri, ma anche negli adulti l’abitudine alla lettura è aumentata. La ricerca qui illustrata si basa su un campione di 1000 intervistati. I dati sono stati rilevati nell’ottobre 2021 e si riferiscono a comportamenti auto-dichiarati nei dodici mesi precedenti.

Il 64% dei milanesi ha letto almeno un libro quest’anno

Il 15 novembre sono stati presentati alla Cariplo Factory, nell’ambito di BookCity Milano 2021, i dati di PepeResearch sulla lettura nel capoluogo lombardo. Secondo una ricerca dell’AIE (Associazione Italiana Editori) in collaborazione proprio con BookCity, è Milano la città italiana dove si legge di più: il 64% delle persone sopra i 14 anni ha letto almeno un libro nell’ultimo anno, contro una media nazionale del 56% (mentre ancora meno sono quelli che si dichiarano lettori).

Lettori “classici”, lettori di e-book e lettori di periferia

I milanesi sono anche divoratori di e-book e audiolibri (il 39% delle persone li utilizza contro il 26% della media nazionale), anche se prediligono l’acquisto in librerie fisiche: circa il 90% dei lettori del capoluogo vi ha acquistato almeno un libro negli ultimi dodici mesi, a fronte del 73% dei lettori nazionali. In totale il 63% dei milanesi dichiara di aver comprato almeno un libro cartaceo o un e-book durante l’anno.

Non solo i milanesi leggono quindi, ma sono anche “lettori forti”. Il 69% di chi legge va oltre tre libri all’anno, precisamente legge fra i 4 e gli 11 libri. I cosiddetti “lettori deboli”, ovvero quelli che leggono da uno a tre libri l’anno sono il 24% del totale, contro il 42% che è il dato nazionale. Un dato curioso riguarda il gap di lettori fra centro e periferia. Nonostante la maggior parte delle librerie si concentri nel centro cittadino, il 59% dei lettori adulti abita in zone periferiche e semiperiferiche.

E-reader

La soddisfazione del Presidente AIE Ricardo Franco Levi

Il presidente di AIE Ricardo Franco Levi dichiara che questa indagine, unica in Europa per le sue modalità, è un regalo alla città, in vista di politiche più attive per l’arricchimento culturale e soprattutto della realizzazione di un Osservatorio Permanente sui consumi culturali a Milano e nell’Area Metropolitana.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.