Connettiti con noi

Attualità

Alec Baldwin, nuovi sviluppi: “Avrebbe premuto il grilletto”

La parola di Alec Baldwin contro quella della scientifica

Pubblicato

su

alec baldwin

Alec Baldwin, nuovi sviluppi sulla vicenda: l’attore potrebbe essere di nuovo incriminato

Continua il processo che vede coinvolto l’attore Alec Baldwin per l’omicidio commesso sul set di Rust. Durante il film è stata sparata una pallottola proveniente dalla pistola impugnata da Baldwin, che è costata la vita alla direttrice alla fotografia ucraina Halyna Hutchins.

Ora, Alec Baldwin potrebbe essere nuovamente incriminato. Infatti, secondo un rapporto della polizia scientifica, pare che la pistola vintage che l’attore aveva in mano avrebbe potuto sparare solo una volta premuto il grilletto.

Il giallo continua: la pistola ha sparato perché è stato premuto il grilletto

Baldwin era stato inizialmente rinviato a giudizio, dopo le sue dichiarazioni in cui negava di aver premuto il grilletto. Le accuse erano state ritirate dopo che la difesa aveva notato che l’arma era stata modificata. Questo dettaglio aveva sollevato dubbi riguardo alla possibilità che l’arma avesse potuto funzionare come doveva all’epoca dell’incidente.

Durante alcuni test iniziali condotti dall’FBI, l’arma si era rotta. Si è dunque dovuti rimanere in attesa che gli esperti incaricati dalla magistratura la ricostruissero, così da poter effettuare nuove prove e sciogliere i dubbi legati alla responsabilità dell’incidente. Il rapporto recita: “L’incidente fatale è stata conseguenza del fatto che il cane è stato ritirato manualmente e poi, a un certo punto, è partito il grilletto“. Continua: “Anche se Baldwin nega, il grilletto dev’esser stato premuto a sufficienza per consentire di rilasciare il cane della pistola in questione“.

Le possibili conseguenze dal nuovo processo di Baldwin

Le conseguenze di queste nuove indagini potrebbero risultare molto dure per Alec Baldwin. Il giugno scorso, i magistrati incaricati del caso avevano aperto alla possibilità di una nuova incriminazione dopo il rinvio a giudizio dell’attore. Questo sarebbe successo nel caso in cui ci fossero state le prove che il colpo letale era partito in seguito a un malfunzionamento della pistola. In ogni caso, restano ancora molti dubbi sul motivo per il quale fosse presente una pallottola “viva” all’interno dell’arma, quindi in grado di esplodere.

Copyright 2023 © riproduzione riservata Lawebstar.it - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sport Review S.r.l. P.I.11028660014