Connettiti con noi

Attualità

Amazon, che succede? Calo del 9% nel trading after hours e perdite per 3,8 miliardi

Un segnale preoccupante per l’azienda del secondo uomo più ricco del mondo?

Pubblicato

su

Jeff Bezos

Amazon in calo sul primo trimestre rispetto al 2021: -9% dopo l’annuncio delle perdite

Tra le aziende più famose e ricche al mondo, Amazon incassa un piccolo ma doloroso colpo. Il trimestre finanziario inziale del 2022 si è chiuso infatti con una perdita di 3,8 miliardi di dollari. Il dato è nettamente opposto a quanto avvenuto nello stesso periodo dell’anno precedente, in cui l’azienda di Jeff Bezos aveva toccato un utile di 8,1 miliardi di dollari.

Telegram Invito LaWebstar

La previsione degli esperti si avvera: Amazon ricava 116,4 miliardi, ma non sono sufficienti

La previsione degli esperti dei mercati finanziari si è dunque avverata. Questi prevedevano per Amazon ricavi attorno ai 116,3 miliardi di dollari nei primi 3 mesi dell’anno e la cifra ufficiale si è attestata a 116,4. Nonostante queste stime accurate, la borsa ha reagito all’annuncio delle perdite in maniera decisamente nervosa e negativa. Le azioni Amazon hanno infatti ottenuto nel trading after hours un sontuoso -9%.

Amazon sta davvero andando male?

Cosa vogliono dire questi numeri? Amazon va male? L’azienda di Seattle è in difficoltà? Niente di tutto questo, si parla pur sempre di perdite sì a numerosissimi zeri, ma che paragonate ai ricavi dell’azienda sono recuperabili già nel brevissimo periodo. Per il secondo trimestre 2022 Amazon prevede di fatturare tra i 116 e i 121 miliardi di dollari, pertanto è molto presto per lanciare segnali d’allarme.

Certo è che la sfiducia degli investitori può amplificare le lievi scosse telluriche verificatesi in casa Amazon, lasciando pensare a qualcuno che l’azienda governata dal secondo uomo più ricco al mondo possa in qualche modo vedere scalfito il suo status.