Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Arisa a Le Iene: “Mi vergogno di quello che sono”

La cantante stupisce il pubblico con le sue parole

Pubblicato

su

Arisa Le Iene

Arisa racconta come ha realizzato i suoi sogni, nonostante alcuni momenti bui

Anche la cantante Arisa ha avuto modo di prendere parte a Le Iene e diffondere il suo monologo personale. La cantante ha scelto parole commoventi e forti per raccontarsi, per far conoscere meglio la sua complessa personalità. Il pubblico non si aspettava certo un discorso così toccante e ha reagito commentando le parole di Arisa sui social, facendole pervenire il suo sostegno.

“Pensavo di non farcela”

“Fino all’ultimo pensavo di non farcela a essere qui, perché mi vergogno sempre un po’ di quello che sono e di quello che faccio – ha esordito Arisa a Le IeneMi sono chiesta: a chi interesserà di me, di quello che racconto o di quello che provo io? Poi però, ho pensato che, infondo, io credo nel mio punto di vista, ha già 40 anni ed è figlio delle persone che amo di più al mondo, del cielo della Basilicata, della terra incastrata sotto le unghie, di tante offese mai rese e di troppi no…ma anche di premi inaspettati, di sorrisi non dovuti, dell’amore semplice, quello più puro”.

Arisa apre il suo cuore al pubblico de Le Iene: “Canto per diffondere amore”

Poi la cantante ha proseguito, spiegando i suoi sogni d’infanzia: “Fin da bambina sono stata attratta da chi cerca di fare star bene gli altri. Sognavo di essere luminosa come Papa Giovanni Paolo II. Naturalmente non sono mancati momenti di difficoltà, come quando le dicevano che non ce l’avrebbe mai fatta a realizzarli. Arisa però non ha mollato: “Quando mi dicevano che non ce l’avrei fatta io non rispondevo nulla, mi chiudevo in camera a pensare più forte, ad architettare la mia luce, e alla fine sono riuscita a brillare per davvero. E quando canto è sempre per la pace e per diffondere amore: mi piace che le persone si sentano accettate con la mia musica”.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.