Connettiti con noi

DA SEGUIRE

Badiucao, chi è il “Banksy cinese”: la sua denuncia artistica arriva a Brescia

Il Banksy cinese è un dissidente di 35 anni e vive in Australia, esiliato. La sua mostra racconta della Cina quello che la Cina non vuole si sappia

Pubblicato

su

Badiucao, mostra a Brescia dell'artista cinese

L’ambasciata cinese ha fatto di tutto per fermare l’esposizione di opere dell’artista dissidente Badiucao, noto anche come “il Banksy cinese”, ma non c’è riuscita. La mostra al Museo di Santa Giulia di Brescia si è aperta il 13 novembre e si concluderà il 13 febbraio del prossimo anno. Il sindaco di Brescia Emilio del Bono ha fortemente voluto questo evento e non ha avuto timore nello scontrarsi con le autorità di Pechino. Dicevano che le illustrazioni di Badiucao contenevano falsità e che mostrarle rischiava di incrinare il rapporto Cina-Italia. Del Bono ha risposto ricordando il valore della libertà di espressione e di pensiero.

Così la mostra dal titolo La Cina (non) è vicina sta diventando motivo di orgoglio per la città lombarda.

Badiucao: le illustrazioni che sovvertono la propaganda del regime

Badiucao opere artista cinese

Le opere di Badiucao esposte a Brescia imitano lo stile pop della propaganda comunista, rovesciandolo e svelando gli orrori del regime. Sono illustrate immagini che raccontano censura e repressioni, spesso esaltate da uno sfondo rosso sangue. Il quadro più famoso vede al centro Winnie The Pooh, ucciso da un rappresentante della legge, mentre in un’altra versione la testa dell’orsetto di pezza è esposta come un trofeo di caccia. Uno dei soggetti preferiti del fumettista dissidente è la protesta di Piazza Tienanmen, per tenere vivo il ricordo di quando nel 1989 degli studenti manifestarono pacificamente. Polizia ed esercito aprirono il fuoco, facendo migliaia di morti. Rimane celebre l’immagine di un ragazzo, in piedi da solo di fronte a un carrarmato. Nella fantasia di Badiucao il suddetto carrarmato è coperto dal drappo rosso, simbolo dell’oppressione.

La rivelazione dopo dieci anni di esilio

Badiucao opere artista cinese

Da più di dieci anni il trentacinquenne Badiucao vive esiliato in Australia, ma sente nostalgia di casa. Tre anni fa provò a portare una sua mostra a Hong Kong, ma dovette rinunciare dopo che la sua famiglia venne minacciata. Da quel momento capì che subire il regime era stato un errore e si prese il rischio di rivelare la propria identità, in un documentario chiamato China’s Artful Dissident.

Advertisement

Da non perdere

Advertisement