Connettiti con noi

DA SEGUIRE

Banksy: all’asta il murales sull’ex carcere di Reading per salvare la memoria di Oscar Wilde

Banksy mette all’asta il murales sulle mura di cinta dell’ex carcere di Reading per rendere un favore ad Oscar Wilde

Pubblicato

su

Banksy ex carcere di reading
Ascolta la versione audio dell'articolo

Banksy all’asta per salvare il carcere di Oscar Wilde

Lo street artist Banksy si è mobilitato dopo la decisione dell’Inghilterra di vendere l’ex prigione di Reading, dove tra i tanti detenuti passò anche Oscar Wilde. Ora la matrice del murales sul muro di cinta è all’asta proprio per volere di Banksy.

In vendita l’ex carcere di Reading

Il governo inglese ha deciso di mettere in vendita l’ex carcere di Reading, nell’Inghilterra meridionale. Ci sarebbe già un acquirente e i giochi sembrerebbero fatti. Un gruppo edilizio vorrebbe comprarne la proprietà e farne degli appartamenti di lusso, ma c’è qualcuno che si oppone al piano, qualcuno la cui offerta potrebbe superare quella dei probabili acquirenti. L’artista Banksy (il graffitaro di Bristol) ha deciso di mettere all’asta la matrice del murales che aveva realizzato proprio per la prigione di Reading, sul muro di cinta.

Il detenuto che fugge e la macchina da scrivere

Il dipinto di Banksy raffigura un detenuto in divisa che sta fuggendo, aggrappandosi a un’improvvisata corda di lenzuola. Alla corda è fissata una macchina da scrivere. Non ci sono dubbi che il dipinto sia di Banksy. A parte presentare i segni inconfondibili della sua arte, a marzo di quest’anno è stato pubblicato un video su Instagram dove viene immortalato l’artista che sta disegnando il murales. Il valore dell’opera si aggirerebbe intorno ai 18 milioni di euro, circa 15 milioni di sterline. Se l’identità di Banksy è tuttora sconosciuta, non è un mistero il suo impegno sociale: la sua idea è fare del vecchio carcere un centro culturale, dedicato allo studio delle arti figurative.

Salvate la cella di Oscar Wilde!

Ma perché darsi tanta pena per un edificio? Dal 1895 al 1897 Oscar Wilde vi fu rinchiuso per quelli che all’epoca erano atti osceni, cioè perché era omossessuale. Il dublinese era poi stato costretto all’esilio in Francia, dove morì poco dopo. Ora Banksy vuole conservare la cella di Wilde così com’era, come un favore da artista ad artista. Lo stesso murales, con la macchina da scrivere bene in evidenza, sarebbe un chiaro omaggio a Wilde. In Italia Banksy è conosciuto soprattutto per la Madonna con la Pistola, a Napoli. L’unica opera del nostro Paese di sicura attribuzione dello street artist di Bristol.

Advertisement

Da non perdere

Advertisement