Connettiti con noi

DA SEGUIRE

Black Friday, l’origine del giorno meno caro dell’anno: perché si chiama così e come è nato

Un giorno di sconti da record, ma conoscete la sua origine?

Pubblicato

su

Blackfriday che cos'è

Il Black Friday, letteralmente “venerdì nero”, è una ricorrenza di origine americana, ma ormai entrata nel calendario commerciale italiano e attesa con grande fervore dai consumatori. Identificata da una serie di sconti ad alta percentuale, tradizionalmente si compie il venerdì successivo al Giorno del Ringraziamento che cade il quarto giovedì di novembre.

I commercianti attivano in questa data una serie di incredibili promozioni per inaugurare la stagione natalizia (e del relativo shopping), per trasformare periodi tradizionalmente poco favorevoli alle vendite in occasioni di guadagno. Ma qual è la vera origine del Black Friday? E perché ha questo nome?

L’origine del Black Friday: dagli appunti dei commercianti agli ingorghi stradali

L’origine del termine non è chiara. Secondo alcuni il colore nero farebbe riferimento alle annotazioni dei commercianti che utilizzavano l’inchiostro rosso per la perdita e il nero per segnare il guadagno. Negli USA il Black Friday esiste ufficialmente dagli anni Ottanta e, a partire dal 2005, è seguito dal Cyber Monday, altro giorno di sconti limitati però al comparto elettronico.

Numerose sono anche le leggende metropolitane sorte per spiegare l’origine del nome del Black Friday, per fortuna non vere. In rete circola infatti da tempo una bufala secondo la quale il famoso venerdì nero sarebbe stato il giorno dedicato alla svendita degli schiavi. Qualcuno lo collega a volte persino alla passione di Cristo, ma la versione che corrisponderebbe più facilmente al vero farebbe derivare il nome dai giganteschi ingorghi stradali che si vanno a formare in quel giorno.

Un giorno che ne può valere 100

Black Friday Sconti

Molti rivenditori, specialmente in America, dichiarano di riuscire a registrare durante il solo Black Friday anche il 30% del fatturato annuale. Questi incredibili risultati hanno contribuito a fare del venerdì nero un vero e proprio rituale d’acquisto. Non sono rari veri e propri assalti ad alcuni negozi, con il pubblico pronto a sopportare attese estenuanti lunghe anche decine di ore, pur di conquistare un posto tra i primi della fila e non rimanere a mani vuote.

Advertisement

Da non perdere

Advertisement