Connettiti con noi

SERIE TV

Bob Odenkirk in Better Call Saul: “Sono stati i miei figli a convincermi ad accettare”

Better Call Saul non sarebbe stato lo stesso senza Bob Odenkirk

Pubblicato

su

saul goodman better call saul

Bob Odenkirk, nessuno meglio di lui avrebbe potuto interpretare Saul Goodman

Bob Odenkirk ha interpretato Saul Goodman nella serie tv di enorme successo Breaking Bad. Poi, il suo personaggio è stato talmente amato dal pubblico che i creatori Vince Gilligan e Peter Gould hanno deciso di dedicare uno spin off esclusivamente alla storia di quel bizzarro avvocato dal dubbio senso della giustizia, Better Call Saul (è uscita da poco la sesta stagione). Così, si scopre che dietro a Saul Goodman si cela un uomo dai grandi valori, Jimmy McGill, il quale però è stato troppe volte deluso dalla vita e ha quindi deciso di prendersi la sua rivincita. È difficile immaginare il personaggio senza le sembianze di Bob Odenkirk, eppure ci è mancato poco che l’attore non accettasse il ruolo.

Bob Odenkirk confessa che non voleva accettare il ruolo: “Mi hanno convinto i miei figli”

YouTube Invito LaWebstar

Se abbiamo potuto scoprire Bob Odenkirk in tutta la sua bravura, non dobbiamo far altro che ringraziare i figli dell’attore americano. Infatti, sono stati proprio loro a convincere il padre ad accettare il ruolo. Non era convinto di accettare perché la serie tv è girata ad Albuquerque, in New Mexico, mentre Bob abita con la sua famiglia a Los Angeles: “ho solo pensato: non credo di poter lasciare Los Angeles in questo momento“.

Ha deciso di accettare solo dopo che i figli hanno promesso di aiutare con le faccende in casa, così da convincerlo a non lasciarsi sfuggire la grande occasione: “Sebbene non avessero visto Breaking Bad, conoscevano la serie. I loro amici lo avevano visto. Sapevano che era bello, che piaceva alla gente e volevano che lo facessi. Mi hanno parlato quel giorno e gli ho creduto quando hanno detto che avrebbero aiutato a casa e che poteva andare bene. Quindi, ho colto l’occasione“.

Come è nato il personaggio di Saul Goodman, alter ego di Jimmy McGill in Better Call Saul

Bob Odenkirk, dopo il primo approccio con il suo personaggio, disse a Gilligan e Gould che avevano bisogno di rendere più simpatico Saul: “Era molto divertente in Breaking Bad. Quando tutti gli altri gli puntavano una pistola alla testa, Saul faceva battute”. Bob ha anche evidenziato come fosse necessario rendere più profondo il personaggio: “Era squallido. Non si prendeva davvero cura di nessuno. Penso solo che sia una persona per cui è difficile tifare se tutto ciò che vedi è la sua versione di Breaking Bad“.

È così che è nato Jimmy McGill, la persona che si cela dietro al nome di Saul Goodman, la cui storia personale emerge solamente in Better Call Saul. Riguardo al personaggio di Jimmy McGill, Bob Odenkirk spiega: “Jimmy è l’uomo dietro l’uomo. È molto simpatico ma ha anche un lato molto serio. Saul è un cinico, mentre Jimmy non lo è affatto. È un idealista il cui cuore è stato spezzato troppe volte. I veri cinici non hanno un sincero amore per il mondo in loro o non ne hanno mai avuto.”

Analizza poi ancora più a fondo il concetto: “È un uomo che in qualche modo colpisce attivamente il mondo attraverso il personaggio di Saul Goodman perché sente di essere offeso e ferito da alcuni per ciò che è successo”.