Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Cairo: l’editore rompe il silenzio sulla chiusura anticipata di Non è l’Arena

Le parole dell’editore sulla decisione di chiudere in anticipo Non è l’Arena di Giletti

Pubblicato

su

cairo non è l'arena giletti

Cairo prende la parola sulla chiusura anticipata del programma Non è l’Arena

Urbano Cairo ha rotto il silenzio circa la chiusura anticipata di Non è l’Arena, e cioè il programma su La7 condotto da Massimi Giletti. Mancavano infatti 9 puntate alla chiusura ufficiale del programma, e cioè diversi appuntamenti con il pubblico. L’editore ed imprenditore ha preso la parola nelle ultime ore in occasione del Festival della TV di Dogliani, intervistato da Francesca Fagnani.

“Ne avevo parlato con lo stesso Giletti e il suo agente”

Cairo ha rotto il silenzio circa la chiusura anticipata di Non è l’Arena di Massimo Giletti. Queste le parole dell’editore ed imprenditore, nell’intervista di cui sopra: “Giletti ha fatto sei anni e 194 puntate su La7, potendo lavorare in piena autonomia, ma nell’ultimo biennio i costi della trasmissione erano diventati insostenibili“. Ha aggiunto Cairo: “Ne avevo parlato del resto con lo stesso Giletti e Mazzi, il suo agente o amico non ho ben capito, già nel mese di gennaio“.

La tentata collaborazione con Fazio

Cairo ha poi cambiato argomento, parlando di Fabio Fazio, e di quel tentativo, anni fa, di portare il conduttore a La7. Queste le parole dell’editore: “Contattai Fazio sei anni fa, andai a casa sua a pranzo, fu un buon incontro ma lui decise di restare in Rai. Non me lo potevo permettere? Se mi sono permesso Giletti potevo permettermi anche Fazio.

Copyright 2023 © riproduzione riservata Lawebstar.it - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sport Review S.r.l. P.I.11028660014