Connettiti con noi

TREND

Che cos’è l’inspiration porn e perché è offensivo?

Inspiration porn, ovvero l’oggettificazione di un gruppo di persone a beneficio di altre

Pubblicato

su

che cos'è l'inspiration porn

Inspiration porn: che cos’è?

Per capire il fenomeno dell’inspiration porn, per prima cosa è necessario spiegare che cosa si intende con questo termine. Coniato nel 2012 dall’attivista australiana Stella Young, con questo neologismo ci si riferisce a quell’atteggiamento per cui si prende ispirazione da persone con disabilità che compiono azioni normali, senza elogiare vere capacità fuori dal comune ma piuttosto azioni che (per una persona normodotata) sono normalissime.

Inspiration porn: perché non è un gesto così apprezzato come si pensa

L’inspiration porn non è molto apprezzato dalle persone disabili. Ma perché? Elogiare una persona disabile che si alza tutte le mattine dal letto, va a lavoro, va a fare la spesa e poi magari esce con gli amici a far festa è sbagliato. È sbagliato perché, molto semplicemente, considera che le aspettative di realizzazione personale delle persone con disabilità siano basse al punto tale da considerare come traguardi eccezionali cose che banalmente non lo sono.

Lo spiega molto bene Stella Young in un Ted Talk che ha tenuto a Sydney durante il quale affronta proprio questo tema. Racconta che, quando aveva 15 anni, le istituzioni del suo paesino avevano deciso di consegnarle un’onorificenza per i traguardi conseguiti. Di fronte a questa proposta, tanto lei quanto i suoi genitori erano rimasti stupiti, al punto tale da mettersi a ridere e chiedere: “ma quali traguardi?“. Stella era una normale adolescente che andava a scuola e non faceva molto altro nella vita se non guardare The Vampire Diaries. E allora qual era il traguardo da lei raggiunto, quale era il motivo dell’onorificenza? Complimentarsi con lei perché aveva degli amici e dei buoni vota a scuola? Stella Young sostiene che, per elogiare una persona disabile, bisogna considerare se ha davvero raggiunto qualcosa di eccezionale, a patto di togliere la disabilità dall’equazione.

L’oggetificazione della vita di persone disabili a beneficio di chi non lo è

Il secondo problema che sorge riguarda l’oggettificazione delle persone con disabilità a vantaggio delle persone normodotate. Young spiega: “Uso il termine pornografia deliberatamente perché implica l’oggettificazione di un gruppo di persone a beneficio di un altro gruppo di persone“, proprio come vengono oggettificati i corpi degli attori nel cinema porno. Questa dialettica viene spesso usate nelle immagini “ispirazionali” che circolano sul web: “Lo scopo di queste immagini è di fornire ispirazione, affinché possiate guardarle e pensare: Beh, per quanto difficile sia la mia vita potrebbe essere peggio. Potrei essere io quella persona…“.

Stella Young continua poi invitando ad una riflessione: “Ma cosa succede se tu sei quella persona?“. In questa considerazione si può trovare la chiave di lettura per capire da una parte come combattere atteggiamenti offensivi mascherati da elogi e, dall’altra, quale deve essere l’approccio giusto per essere davvero inclusivi e privi di pregiudizi.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.