Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Cinghiali fuori da La7, e Mentana pungola Giletti

L’occasione fa Mentana spiritoso: un cinghiale che si ciba fuori da La7 è un’occasione d’oro per il giornalista per “bastonare” il collega

Pubblicato

su

Enrico Mentana e Massimo Giletti

Un cinghiale fuori da La7 e Mentana scocca frecciatine

Una frase assolutamente ironica quella di Enrico Mentana, ma anche una bella frecciatina al collega Massimo Giletti. L’occasione fa l’uomo spiritoso, e basta un cinghiale per le vie di Roma per servirla su un piatto d’argento.

Il cinghiale che cena tra la spazzatura fuori da La7

Un cinghiale si ristora tra i rifiuti di Roma, e questo purtroppo non è una notizia, e manco una novità. Ormai i cinghiali a Roma sembrano essere molti più soliti di certi politici in Parlamento, ma non è questo il punto. Pare infatti che un simpatico (?) cinghiale non solo abbia adocchiato una trattoria in centro, tra un bidone della spazzatura ricolmo e l’altro, ma abbia avuto buon gusto nello scegliere le pietanze servite fuori dagli studi di La7. Così, in Via ella Pineta Sacchetti, anche Enrico Mentana tra un collegamento e un servizio rimane sorpreso nel veder proprio un cinghiale fuori da lavoro.

Enrico Mentana e la frecciatina a Giletti: “Qua si invitano cani e porci”

Massimo Giletti Enrico Mentana La7 cinghiali
Il post su Instagram di Enrico Mentana

Un’occasione ottima, per Mentana, per cogliere al volo il momento e lanciare qualche frecciatina, di quelle che non si è risparmiato prima in chiave anche molto meno ironica. Hanno saputo che da noi si invitano cani e porci…“, scrive Enrico Mentana su Instagram allegando lo scatto del cinghiale. In quel da noi il chiaro riferimento è la sede romana di La7, e quel “cani e porci” sembra avere propria tutta l’aria da non troppo tacita polemica. Un riferimento al già detto chiaramente su Massimo Giletti, collega di Mentana a La7. Un riferimento più specifico alle personalità che Giletti in questi mesi di Non è l’Arena ha voluto avere in studio o in collegamento, al grido di “diamo la voce a tutti“. Un atteggiamento sul quale Mentana ha da sempre dissentito, e sul quale dissente anche ora, cinghiali docet.