Connettiti con noi

PROGRAMMI

Citofonare Rai 2, Paola Perego e Simona Ventura pronte alla rivoluzione: “Già me li vedo, i gufi. E soprattutto le ‘gufe'”

Citofonare Rai 2, la rivoluzione prende vita con Paola Perego e Simona Ventura

Pubblicato

su

paola perego e simona ventura citofonare rai 2

Paola Perego e Simona Ventura sono pronte a divertirsi, per prime, nel loro studio di Citofonare Rai 2: show nuovissimo che le vedrà per la prima volta insieme (e che a dirla tutta mostrerà per la prima volta due donne alla conduzione) tutte le domeniche dalle 11.10. Una scommessa, un azzardo ma anche una rivoluzione e qualsiasi sia l’esito rimarrà la consapevolezza di averci provato: “Non tutte le rivoluzioni riescono col buco“.

Citofonare Rai 2: la rivoluzione di Perego e Ventura

Citofonare Rai 2 sarà molto più che un programma ma una vera e propria messa alla prova in termini di presa diretta, conduzione, tematiche, show. La “rivoluzione” che potrebbe far bene a Rai 2 che rilancia un programma nuovo di zecca, ideato dalla Perego, e che pone al centro dell’attenzione due grandi conduttrici italiane ma anche due grandi amiche nella vita sebbene la loro amicizia possa definirsi fresca, freschissima. Intervistate in coppia dal settimanale Oggi, Paola Perego e Simona Ventura raccontano il loro ambizioso e sperimentale progetto e si raccontano nella loro intimità di colleghe-amiche tra fiori in pastella, pregi e difetti: “Io ero nell’occhio del ciclone come mai nella vita – racconta la Perego parlando del primo contatto diretto con la Ventura, nel 2017 – e lei scrisse un tweet in mia difesa. Si espose, andando contro la Rai. Molte mie amiche più “storiche” si sono limitate alla solidarietà privata, via WhatsApp“. Dal canto suo, con il suo carattere, la Ventura spiega il perché di quell’intervento pubblico: “Trovai quel linciaggio indegno, oltre che ingiusto. Non potevo girare la testa dall’altra parte. La mia libertà e il mio coraggio li ho pagati cari, ma sono fatta così“.

Colleghe da sempre, amiche “troppo tardi”

E se in passato erano le “scuderie” lavorative a tenerle distanti, la Perego sotto le ali di Presta e la Ventura sotto quelle di Mora, da quel momento il muro professionale crollò lasciando spazio ad una sincera amicizia ma anche ad importanti dichiarazioni d’affetto e stima professionale: “Ci guardavamo con prudenza per usare un eufemismo. Io ritenevo fosse una grandissima professionista che rendeva ‘suo’ tutto quel che toccava: non conduceva programmi, aveva fondato un genere – racconta la Perego – Ma credevo anche che fosse, umanamente, quel che era sul palco: una donna tosta, un po’ sopra le righe“. Della Perego invece la Ventura decanta il romanticismo oltre la grande professionalità. Ora insieme come colleghe ma anche come donne al timone di uno show mai visto prima che terrà compagnia al pubblico la domenica, le conduttrici sono pronte a mettersi in gioco a qualsiasi prezzo.

Nel bene e nel male, tra gufi e gufe: “Ci ubriacheremo

In molti, come sottolinea Alessandro Penna nell’intervistarle, di fronte al progetto hanno sospettato che fosse una “trovata” a fronte di “flop” collezionati da Perego e Ventura in solitaria ma SuperSimo interviene a gamba tesa: “Di due uomini una fesseria così non l’avrebbero detta. Due uomini che dividono il palco sono dei fighi, due donne sono delle fifone terrorizzate dall’Auditel. Ma mi faccia il piacere“. E proprio perché le malelingue sono tante, Perego e Ventura sembrano avere già un piano B in caso di trionfo e in caso di disfatta: “[Se va bene ndr.] Ci ubriachiamo. Sarebbe un successo contro tutto e tutti. Già me li vedo, i gufi. E soprattutto le ‘gufe“, dichiara la Perego. E la Ventura aggiunge: “Prepariamo subito una seconda edizione“. Se invece Citofonare Rai 2 dovesse disattendere le aspettative: “Pazienza, ci ubriacheremo lo stesso. Ma è un programma che crescerà settimana dopo settimana, avremo il tempo di aggiustare il tiro“. Lo stesso lo pensa la Ventura: “Avremo fatto un tentativo. Non tutte le rivoluzioni riescono col buco“.

Advertisement

Più Programmi

Advertisement