Connettiti con noi

MUSICA

Degà debutta con il suo primo EP Golden Hour: il track by track

L’ora d’oro e il concetto di musica in chiave terapeutica

Pubblicato

su

Degà debutta con il suo primo EP Golden Hour: il track by track

Golden Hour, la prima fatica del cantautore Degà, è ufficialmente fuori dal 15 giugno. Si tratta del primo EP per il cantautore, all’anagrafe Gaetano Marrone, esordito con il singolo Bramarti. Una musica dal sapore crepuscolare, come ricorda peraltro il titolo, dove le luci del tramonto si affievolisco e il cantautore insegue con le sue sonorità il sole che si spegne all’orizzonte. Non solo intento poetico ma anche e soprattutto personale trattandosi di un EP all’interno del quale l’artista ha voluto rendere omaggio alla musica attribuendole la connotazione che questa ha avuto nella sua vita.

Golden Hour: il primo EP di Degà

Non solo un titolo ma una metafora dalla duplice lettura: se Golden hour può essere intesa come l’ora d’oro in termini di luci e ambiente, in medicina esiste una specifica golden hour: in chirurgia d’urgenza, il periodo di tempo che va “da pochi minuti a diverse ore dopo una lesione traumatica causata da un incidente“. E questo lascia intendere Degà che della musica racconta il suo valore terapeutico attribuitole nella sua intima e personale esperienza di vita.

Golden Hour, l’EP di Degà: il track by track

Il track by track di Degà che descrive, brano dopo brano, il suo primo EP Golden Hour:

  1. Cola di Rienzo
  2. Dove finisce il giorno
  3. Murakami
  4. Satellite vietnamita

Cola di Rienzo – La canzone è una sorta di rivelazione per il protagonista del pezzo. Partendo da una citazione al contrario di Morgan, si sviluppa il viaggio mentale di un realizzato uomo d’affari che, strizzando l’occhio alla nostalgia del passato, rivive alcuni semplici momenti del suo percorso di vita romana prima di trasferirsi a Milano. Ricorda soprattutto la sua storia d’amore, sul principio sempre valido di “less is more”, perché i sentimenti non si quantificano o si alimentano con risultati professionali ed economici. Un castello senza amore può far rimpiangere un monolocale. Il brano ha un’atmosfera pop-funk Anni ‘70.

Dove finisce il giorno – La canzone ha un ritmo funk con il quale Degà ha cercato di trasferire all’ascoltatore l’energia che pulsa nelle vene quando si cerca di uscire da una situazione difficile che ha condizionato inevitabilmente le nostre giornate. Questo pezzo è anche un viaggio, in cui il nostro protagonista immagina in pochi minuti, come in una sorta di trip-therapy, di girovagare tra presente e passato, perdendo i classici punti di riferimento che spesso diventano un limite. Dove finisce il giorno è una canzone di speranza, di rivalsa, per reagire ed uscire da un periodo buio e difficile che ognuno di noi prima o poi nella vita è costretto ad affrontare.

Murakami – È una indie ballad dal respiro internazionale. La traccia dell’EP che esprime al meglio una dichiarazione d’amore in stile Degà. Nella prima strofa il protagonista ci accompagna per mano attraverso la descrizione di immagini raffiguranti la rivelazione dell’amore in tutte le sue forme. L’arrivo del ritornello ci permette di immergerci nell’attualità, nelle difficoltà di una storia d’amore in tempo di pandemia, dove anche ballare vicini ad un matrimonio sembra una lontana chimera. Nella seconda strofa si abbandonano le figure retoriche per immagini reali di un post- pandemia dove, nella magia del tramonto in spiaggia tra la gente, durante la golden hour, il nostro protagonista ha il desiderio e la possibilità di avvertire il sole che colora di arancione la pelle della sua donna, come un’immagine forte che ci aiuta ad apprezzare i sacrifici fatti per un nuovo inizio.

Satellite vietnamita – È il pezzo più sperimentale dell’EP. Il cantautore si è divertito a ricreare un’atmosfera dalle sonorità vintage Anni ‘80–‘90 con leggeri richiami alla musica folk americana, che ricordano un sogno. Il racconto onirico parte dall’immagine di un gabbiano sul mare fino ad arrivare a Bowie, Yoko e John, i Ramones.  Anche qui il focus si sofferma su una storia d’amore attraverso un viaggio ultra planetario, che termina poi nella semplice immagine di una coppia che balla nuda in una camera vista mare dopo aver fatto l’amore. I costrutti lasciano lo spazio alla semplicità, all’amore puro che fa viaggiare, sulle ali di una cometa con un vestito di seta.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.