Connettiti con noi

PROGRAMMI

Dietro le quinte di Scherzi a Parte: una vittima attacca il furgone degli attori

Altro che risate…lo scherzo è finito davvero male!

Pubblicato

su

Enrico Papi

Enrico Papi è tornato con il suo Scherzi a parte, che ha già regalato momenti esilaranti al pubblico in queste prime puntate andate in onda. Ma non sempre ciò che gli autori organizzano per le proprie vittime finisce con risate e qualche imprecazione bonaria, talvolta le reazioni di chi cade nelle trame del programma sono diverse e ben più accese.

Dietro le quinte di Scherzi a Parte, tra risate e… aggressioni

È quanto rivelato durante un’intervista rilasciata a Tv Sorrisi e Canzoni da un ben informato sulle dinamiche del programma, che ha spiegato come vi siano anche scherzi che non vengono trasmessi a causa della mancata concessione della liberatoria da parte delle vittime. In quel caso, ammette, “la prendiamo sportivamente, fa parte del gioco”.

Enrico Papi sul set

Un team di esperti al servizio della produzione

Ognuno degli scherzi realizzati richiede il lavoro di numerose persone, circa 20-25, che per settimane si occupano che tutto vada secondo i piani, anche se l’imprevisto è dietro l’angolo. Prima di far partire lo scherzo, la produzione allerta la polizia locale per evitare di disturbare il regolare servizio e si avvale della consulenza di esperti avvocati per tutelarsi da eventuali denunce. Ma anche così può accadere l’impensabile, cosa che è successa proprio durante i lavori per la stagione ora in onda.

La reazione esagerata di un Vip: “Ha letteralmente attaccato”

Durante uno scherzo che non sarà trasmesso, fatto ad un Vip di cui non è stato rivelato il nome, proprio quest’ultimo ha reagito in maniera furiosa. “La vittima ha letteralmente attaccato e danneggiato i furgoni degli attori” si legge su Tv Sorrisi e Canzoni, a testimonianza di come non tutti la prendano sul ridere.

Advertisement

Più Programmi

Advertisement

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.