Connettiti con noi

MUSICA

Eurovision dal 1956 al 2023: tutte le curiosità

Chi è stato il primo italiano a vincere l’Eurovision e qual è stata invece la nazione ad averne vinti di più? Tutte le curiosità sull’Eurovision Song Contest

Pubblicato

su

eurovision curiosità

Tutte le curiosità sull’Eurovision

L’Eurovision 2023 che avrà luogo quest’anno a Liverpool è alle porte e non resta che prepararsi all’evento più atteso dell’anno: tempo di curiosità sul festival internazionale dalla prima edizione nel 1956 alla nazione che ha vinto per più volte l’Eurovision.

Eurovision: lo sai che…

12 curiosità sull’Eurovision Song Festival dal 1956 ad oggi

1 – L’Eurovision è nato dall’idea di un italiano sulla scia del Festival di Sanremo

Oggi l’Eurovision Song Contest è conosciuto come un festival di musica internazionale ma, alle origini, l’idea è stata tutta italiana. La storia vuole che l’idea di creare dal nulla un festival musicale di carattere europeo fu il giornalista italiano Sergio Pugliese. Fu infatti Pugliese a proporre, nel 1955, all’Unione europea di radiodiffusione (UER) un concorso europeo che si rifacesse al Festival di Sanremo. Ne nacque, nel 1956, proprio l’Eurovision Song Contest.

Curiosità: ecco perché l’Italia accede di diritto alla finale dell’Eurovision

È proprio alla luce di questo motivo che l’Italia fa parte delle Big Five, le nazioni fondatrici o che nel tempo hanno contribuito di più economicamente alle spese dell’Eurovision. Tra i privilegi di cui godono le Big Five c’è proprio il diritto di accedere direttamente alla finale senza passare per le semifinali.

2 – Chi ha vinto la prima edizione dell’Eurovision nel 1956

La prima edizione dell’Eurovision avvenne nel 1956, il 24 maggio, a Lugano. A partecipare ai tempi furono solamente 7 nazioni: Italia, Paesi Bassi, Svizzera, Belgio, Germania dell’Ovest, Francia e Lussemburgo. A vincere la prima edizione della storia dell’Eurovision fu Lys Assia con la canzone Refrain, quindi la Svizzera. A rappresentare l’Italia per la prima volta all’Eurovision furono due donne (le esibizioni previste erano due): Franca Raimondi con il brano Aprite le finestre e Tonina Torrielli con Amami se vuoi. L’Italia alla prima occasione si classificò ottava.

3 – Per colpa dell’italiano Nunzio Gallo cambiò la durata delle esibizioni

Era il 1956 quando Nunzio Gallo, rappresentante l’Italia, si presentò all’Eurovision ma con un’esibizione che sforò i 5 minuti di durata. Una performance giudicata “eccessiva” dai giurati e dall’organizzazione. Dopo numerose segnalazioni, si decise che da quel momento in poi le canzoni presentate all’Eurovision avrebbero dovuto avere una durata massima di 3 minuti.

4 – Gigliola Cinquetti è stata la prima italiana a vincere l’Eurovision

La prima italiana a vincere l’Eurovision è stata Gigliola Cinquetti nel 1964 con il brano Non ho l’età (per amarti). Ad eguagliare il suo primo posto fu, nel 1990, Toto Cutugno con il brano Insieme:1992. Da quel momento in poi, la storia dei vincitori italiani dell’Eurovision la conosciamo tutti: bisogna infatti arrivare fino al 2021, anno in cui a trionfare sono stati i Maneskin con Zitti e Buoni.

5 – Quante volte l’Italia si è ritirata dall’Eurovision e perché

La storia conta più occasioni in cui l’Italia ha deciso di ritirarsi dall’Eurovision. La prima volta che l’Italia si è ritirata era il 1981 rifacendosi allo “scarso interesse” che il festival riscuoteva nello Stivale. Ritornò in gara successivamente nel 1983. Appena 3 anni dopo, nel 1986, l’Italia si ritirò per la seconda volta e ancora una volta per motivi “interni”, tornandovi l’anno dopo, nel 1987. Nel 1994 un nuovo ritiro da parte della Rai ricondotto per l’ennesima volta allo scarso interesse che l‘Eurovision aveva riscosso. Un’assenza terminata nel 1997 quando l’Italia ritornò, un’altra volta, portando sul palco dell’Eurovision i Jalisse. Ma questa edizione fu l’ultima per l’Italia per circa 10 anni: l’Italia abbandonò per un decennio l’Eurovision tornando in gara nel 2011.

6 – Le 3 volte in cui l’Italia si è posizionata peggio all’Eurovision

Non solo successi: l’Italia non ha conquistato sempre e solo posizioni alte della classifica, anzi. Il peggior risultato di sempre sembra averlo portato a casa, incredibilmente, Domenico Modugno nel 1966 con Dio, come ti amo, classificatosi al 18esimo posto. Meno peggio, ma comunque malino, fece Emma Marrone nel 2014 con la canzone La mia città, 21esima. Terzo peggior risultato nella storia dell’Italia all’Eurovision per Francesca Michielin, 16esima con Nessun grado di separazione.

7 – Chi ha vinto più volte l’Eurovision?

L’Irlanda è la nazione che per più volte ha vinto l’Eurovision nella storia: 7 i trofei che l’Irlanda ha saputo conquistare in 66 anni di competizione.

8 – Eurovision: il più seguito al mondo

Sebbene la storia italiana racconti una versione diverse, con più ritirate dal festival per “scarso interesse”, l’Eurovision Song Contest è noto in Europa e in tutto il mondo tale da essere uno dei programmi televisivi internazionali più longevi e il più seguito al mondo dietro solo agli eventi sportivi.

9 – Eurovision, altre curiosità: ininterrotto dal 1956 tranne…

L’Eurovision Song Contest, nato nel 1956 a Lugano, è stato trasmesso ogni anno senza mai un’interruzione, salvo un solo caso. L’unico evento della storia degli ultimi 60 anni che è stato capace di cancellare un’edizione dell’Eurovision è stata la pandemia di Coronavirus nel 2020. In quell’anno per l’Italia all’Eurovision avrebbe dovuto esserci Diodato con Fai Rumore, vincitore del Festival.

10 – I bis: quali nazioni hanno vinte per due volte di seguito?

In questo record non rientra l’Italia ed è bene specificare che si tratta di bis relativi alla nazione. Nessun cantante è mai riuscito nell’impresa di vincere per due volte di seguito l’Eurovision. Parlando degli Stati però, ad aver portato a casa la vittoria per due anni di seguito troviamo: Spagna (’68/’69), Lussemburgo (’72/’73), Israele (’78/’79) e Irlanda (’93/’94).

11 – Nel 1969 nn vinse nessuno, o meglio, vinsero tutti

L’edizione del 1969 di Madrid dell’Eurovision, passò la storia per essere stata l’unica edizione che non vide un vincitore, o meglio non ne vide uno solo. Il voto portò infatti a decretare un mero pareggio e non essendoci ai tempi regole per questa evenienza, a vincere l’Eurovision furono 4 Paesi: Spagna, Francia, Paesi Bassi e Regno Unito.

12 – Nel 1979 per la prima volta l’Eurovision viene ospitato fuori dall’Europa

Non era mai successo prima del 1979 che l’Eurovision uscisse dal territorio europeo. Invece in quell’anno la competizione si spostò oltre i limiti dell’Europa e venne ospitato a Gerusalemme, in Israele. Questa decisione comportò il ritiro della Turchia dall’Eurovision e tuttora, per motivi di natura conflittuale, la Turchia non partecipa.

Copyright 2023 © riproduzione riservata Lawebstar.it - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sport Review S.r.l. P.I.11028660014