Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Eva Grimaldi, la testimonianza shock: “Con la cocaina ho riniziato a balbettare”

Il sofferto racconto di una delle pagine più buie vissute dall’attrice

Pubblicato

su

Eva Grimaldi Rai

L’attrice Eva Grimaldi, di recente, ha parlato e si è raccontata in una lunga chiacchierata nel salotto di Oggi è un altro giorno, intervistata dalla padrona di casa, Serena Bortone. Una testimonianza, quella dell’attrice di Kinski Paganini, che si è soffermata sugli esordi professionali e l’arrivo a Roma, tra feste e l’uso smodato di cocaina.

Il ricordo della Grimaldi sull’arrivo a Roma: “Ho avuto la mia brutta esperienza di droga

Eva Grimaldi, rispondendo alle domande di Serena Bortone, ha avuto modo di ricordare i propri esordi e gli errori commessi una volta giunta a Roma, poco più che maggiorenne: “Io vengo da Verona, ero molto ingenua. Roma è enorme: feste di qua, feste di là. Ho avuto la mia brutta esperienza di droga ma grazie a Dio ho preso spavento e il mio agente mi ha detto ‘Eva, vuoi stare a Roma per drogarti o vuoi fare l’attrice e studiare?‘”. Proprio sulla questione relativa al “prendere spavento” la Grimaldi rammenta di quando a casa sua arrivarono addirittura i poliziotti: “Successe che vennero i poliziotti a casa […] Io stavo facendo il passaporto per girare un film all’estero, a Santo Domingo, e loro pensavano che scappassi“.

Eva Grimaldi e i terribili effetti della cocaina

Eva Grimaldi Rai
Eva Grimaldi durante l’ospitata a Oggi è un altro giorno. Fonte: Rai

Lungo la puntata, la Grimaldi ha voluto parlare di quanto l’utilizzo di cocaina abbia avuto degli effetti devastanti e terribili su di lei: “Da ex balbuziente, io, ho ricominciato a balbettare. Con la cocaina vai veloce, vedevo la mia bocca che partiva. Non mangiavo“.

E infine lancia un appello a tutti, non soltanto ai più giovani, in modo tale da sensibilizzare le persone all’ascolto: “Non lo fate assolutamente. Si comincia dal bicchiere, dall’amaro alla canna, alla cocaina. Ci sono cascata io, ci possono cascare tutti“.