Connettiti con noi

MODA

Fashion Renting: capi d’alta moda a noleggio, Twinset lancia Pleasedontbuy

L’alta moda è di tutti con Twinset che ora mette in affitto l’abito dei sogni per un momento indimenticabile

Pubblicato

su

fashion renting mondo della moda

La cultura dello sharing e del renting allargano quotidianamente i propri confini infiltrandosi in un terreno fertile. Mentre 30, 40 anni fa sarebbe stato impensabile ambire a noleggiare e condividere in favore di una cultura dedita al mito di un consumo di proprietà, oggi la storia va riscritta dal principio. Un riga netta sopra, di quelle che oltrepassano la carta e che probabilmente è destinata a lasciar indelebile traccia sul tavolo in legno sottostante. Figli di un boom, di un fast, del deleterio apice del consumismo, se ne combattono oggi le derive e le conseguenze a colpi di un pensiero laterale non più schiavo del possesso ma ben più aperto alla condivisione e al tempo stesso non più concepito come eterno ma esistenzialista, improntato sull’hic et nunc.

Un qui e un’ora che non necessitano più di qualcosa che sia per sempre ma di qualcosa che sia indimenticabilmente eterno nel suo essere stato vivo e vero in un momento effimero. Ecco perché parlare di fashion renting è funzionale a descrivere i binari di un treno inarrestabile sul quale viaggia la moda del momento.

Pleasedontbuy: il lusso accessibile a tutti

twinset lancia la collezione fashion renting pleasedontbuy
Pleasedontbuy, Twinset lancia la collezione all’insegna del fashion renting. Fonte: Instagram

Uno degli ultimi marchi approdati nel mondo del fashion renting, ma anche il primo a farlo a tutto tondo, è Twinset. La linea si chiama Pleasedontbuy che, letteralmente, si traduce in Per favore, non comprate e si può dire che sia uno dei rari esempi in cui un’azienda si rivolge al proprio cliente invitandolo, con molta eleganza e cortesia, a non comprare il prodotto. In realtà, gli amanti della psicologia linguistica scorgeranno alle spalle l’intenzione stessa del negare volutamente, proibire qualcosa proprio con lo scopo al contrario di indurre a farla, stimolando quasi con la negazione il commercio. Lo stesso, andando nell’homepage della collezione “alternative luxury” dell’azienda: “Non sognare l’abito perfetto, noleggialo online e vivi il tuo momento speciale“. Basta dunque arrendersi a dover sognare e basta un capo di lusso da oltre 3mila euro, basta fermarsi all’inaccessibilità e sentirsi stretti nei propri limiti perché la moda non necessita più di essere comprata, il gusto si può affittare. E non è solamente il capo, nelle mire dell’azienda c’è la possibilità di prendere in prestito un sogno, un momento indimenticabile da vivere esattamente nell’abito che quell’attimo si merita.

Twinset e la moda degli abiti a noleggio

Così si trovano abiti firmati Twinset da cerimonia, per appuntamenti importanti, party, formali a prezzi da noleggio: interessanti long dress neri in pizzo per appuntamenti al buio che costerebbero tra i 1.500 e i 2.000 euro, noleggiabili per 4 giorni a soli 80 euro. Scelta la taglia, scelti in giorni in calendario, si passa direttamente all’ora e al luogo della consegna con annesso orario e luogo del ritiro. Un nuovo modo dunque di concepire la moda e una strategia che sembra avere le carte vincenti per far sì che una platea sempre più ampia di clienti possano avvicinarsi ad una moda che per sua naturale essenza è sempre stata per “pochi”. Viene spazzato così via quel concetto di “moda per pochi”, o ancor meglio di “alta moda per pochissimi”: senza limiti, chiunque può e deve permettersi di vivere un abito e con sé l’occasione per indossarlo senza badare al prezzo.