Connettiti con noi

TREND

Firenze: per la prima volta le tre pietà di Michelangelo riunite in un’unica mostra

Un’originale e due calchi, insieme come mai prima d’ora

Pubblicato

su

Pietà di Michelangelo

Tre capolavori in uno, per la prima volta a confronto a Firenze

È aperta al pubblico dal 24 febbraio (a Firenze, Museo dell’Opera del Duomo) la mostra Le tre pietà di Michelangelo. Non vi si pensa quanto sangue costa. La citazione del 39esimo canto del Paradiso di Dante è stata scelta per dare il nome ad un’esposizione davvero unica, che mette a confronto l’opera originale Bandini con i calchi della Rondanini e Vaticana.

L’esposizione è stata portata a Firenze in occasione dell’incontro Mediterraneo Frontiera di Pace, che è cominciato nel capoluogo toscano due giorni fa. L’incontro è giunto alla sua seconda edizione, la prima è stata a Bari, nel 2019, in epoca pre-pandemia. Domenica 27 febbraio, nella giornata conclusiva, interverrà Papa Francesco.

Dalla collaborazione fra Vescovi e Sindaci è nata anche anche la mostra delle tre Pietà, che, infatti, vede coinvolti anche i Musei Vaticani. Il visitatore si immerge nel percorso di maturazione di Michelangelo, lungo 50 anni. La pietà è una tema classico della scultura cristiana: raffigura la Vergine, con il corpo senza vita del Figlio sulle ginocchia.

Le tre Pietà di Michelangelo: Vaticana, Bandini e Rondanini

La prima Pietà, scolpita da Michelangelo in età giovanile tra il 1498 e il 1499, è quella Vaticana, commissionatagli dal cardinale francese Jean De Bihères, in occasione del Giubileo del 1500.

La seconda Pietà attribuita a Michelangelo è la cosiddetta Pietà Bandini, dal nome di un banchiere. Il maestro non riuscì a portarla a termine e la statua fu terminata in alcune sue parti dal principale assistente, Tiberio Calcagni.

La terza Pietà, detta Rondanini, Michelangelo la scolpì negli anni Sessanta del ‘500, a ridosso della propria morte che avvenne nel 1564. La scolpì per se stesso, come ultima preghiera a Dio.

CONTINUA A LEGGERE SU LAWEBSTAR.IT

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.