Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Francesca Fagnani: “I politici pensassero alle bollette non a Sanremo”

Anche Francesca Fagnani si inserisce con un commento sulla polemica che sta anticipando l’inizio del Festival di Sanremo 2023: c’entra Rosa Chemical

Pubblicato

su

fagnani festival sanremo

Festival di Sanremo 2023, polemiche di FdI su Rosa Chemical: l’intervento di Francesca Fagnani

Francesca Fagnani è una delle attese co-conduttrici sul palco del Festival di Sanremo 2023: spalla di Amadeus e Morandi nel corso della seconda serata, la giornalista dice la sua sulla polemica che ha travolto l’artista Rosa Chemical, finito nel mirino di Fratelli d’Italia.

FdI contro i messaggi di Rosa Chemical: “Inaccettabile”

Anche i politici guardano il Festival di Sanremo 2023 e spesso e volentieri questa non è una bella notizia per i sanremesi. Una vera e propria polemica quella portata in aula alla Camera da Maddalena Morgante, esponente di Fratelli d’Italia. La deputata ha posto l’attenzione sulla partecipazione di Rosa Chemical, chiedendo la sua espulsione alla luce dei messaggi di cui si farà portatore sul palco dell’Ariston: “È inaccettabile. Il Festival della canzone rischia di diventare l’ennesimo spot in favore del gender e della sessualità fluida – così la Morgante in aula – temi sensibilissimi e che da sempre FdI contrasta“.

Francesca Fagnani prima del Festival di Sanremo: “I politici si occupassero delle bollette e non dei testi”

Non c’è storia però per la futura co-conduttrice e giornalista Francesca Fagnani, fortissima del suo successo a Belve. Interpellata dal Corriere della Sera, così la Fagnani ha voluto spegnere immediatamente il fuoco della polemica. “Bisognerebbe che i politici, soprattutto quello importanti di questo governo, si occupassero magari delle bollette e non dei testi delle canzoni di Sanremo“, poche parole che arrivano dritte al punto. Una difesa a spada tratta quella della Fagnani, orgogliosa di Rosa Chemical sul palco: “Io sono per l’allargamento e mai per la compressione di tutti i diritti“.

Il nodo “Zelensky”

Ma quella su Rosa Chemical non è la sola questione perché c’è anche il capitolo Zelensky. Giusto o sbagliato? La Fagnani ha una sua posizione: “Se io e le altre amiche che saliamo sul palco abbiamo l’opportunità di portare un tema che ci è caro e che sicuramente non sarà legato alla leggerezza delle canzoni perché non dovrebbe parlare il leader di un Paese in guerra che noi sosteniamo?“.

Copyright 2023 © riproduzione riservata Lawebstar.it - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sport Review S.r.l. P.I.11028660014