Connettiti con noi

GOSSIP

Giorgia Soleri e l’endometriosi: “Io e la mia endobelly”, la foto

Le parole (e le foto) dell’attivista e scrittrice

Pubblicato

su

giorgia soleri endometriosi

Giorgia Soleri: la lotta all’endometriosi

Giorgia Soleri, attivista e scrittrice classe 1996, è solita parlare ai suoi followers soprattutto di Instagram della malattia di cui soffre: l’endometriosi. Anche Guenda Goria prima di lei ne ha ampiamente parlato, proprio con l’intento di aiutare chi ne soffre ed allo stesso tempo aumentare la conoscenza e quindi la consapevolezza su questo tipo di problema.

“Io e la mia endobelly”

Nelle scorse ore la compagna di Damiano David dei Maneskin ha quindi voluto postare su Instagram delle foto che ritraggono la verità della sua realtà, e della lotta all’endometriosi. Nello specifico degli scatti di un anno fa proprio in questo periodo, antecedenti all’operazione che ha dovuto affrontare. Con annessa descrizione: “In foto io e la mia endobelly (gonfiore causato dall’endometriosi). Mi piacerebbe che questo post fosse scritto da voi“, ha esordito la scrittrice.

Le parole di Giorgia Soleri

Sto ricevendo centinaia di testimonianze in merito all’endometriosi e alla propria esperienza con questa malattia (…) Quando sono stata operata, il mio più grande strumento è stato quello di essere estremamente consapevole sui possibili risvolti dell’intervento: sapevo di poter fortemente migliorare come sapevo di potermi svegliare esattamente come prima, se non peggio. Io sono stata estremamente fortunata, l’operazione mi ha portata a un netto miglioramento dei sintomi, ma questa è solo la mia esperienza e pur essendo valida, non è universale“. Giorgia ha quindi chiesto anche agli utenti di raccontare la propria esperienza con l’endometriosi, con l’intento – ancora una volta – di non rendere un tabù questa malattia.

soleri endometriosi
Giorgia Soleri nel post su Instagram.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.