Connettiti con noi

GOSSIP

Giovanni Ciacci confessa la relazione col compagno di una collega: “Una passione segreta e struggente”

Una passione alla quale non ha saputo resistere, che ha deciso di confessare

Pubblicato

su

Giovanni Ciacci Instagram

Giovanni Ciacci ha avuto un rapporto clandestino con il compagno di una collega: la rivelazione a Chi

Le rivelazioni che Giovanni Ciacci ha affidato alle pagine di Chi nel corso di una lunga intervista sono di quelle che non passano inosservate. In viaggio in Egitto, per effettuare un percorso di riscoperta di sé e di rafforzamento della Fede, l’opinionista televisivo e costumista ha aperto le porte del suo cuore, confessando segreti che lasciano a bocca aperta.

“Per molto tempo ho desiderato l’uomo d’altre”

Il passaggio dalla proclamazione di Fede alla confessione dei peccati è breve e Giovanni Ciacci lo compie senza peli sulla lingua. Al centro dell’intervista soprattutto il nono comandamento: “Per molto tempo ho desiderato l’uomo d’altre”, confessa Ciacci. Desiderio che si è spesso compiuto, non senza conseguenze sulla sua coscienza. Come esempio delle sue “scappatelle”, Giovanni Ciacci cita la relazione avuta con il partner di una collega. A ferirlo, in quel caso, la consapevolezza di avere tradito la fiducia della donna, sua amica. “Il dispiacere dato a una collega, della quale non farò il nome, è stato nettamente superiore al piacere provato”, queste le parole del volto televisivo.

Giovanni Ciacci racconta la sua movimentata vita sentimentale: “Sono un infedele per natura”

Giovanni Ciacci

Di chi starà parlando Giovanni Ciacci? Non è dato saperlo, ma i dettagli forniti sono comunque molti. “Non un marito, un compagno – dice innanzitutto il costumista – È stata una passione segreta, conturbante, struggente, durata diverso tempo”. Da puro soddisfacimento di voleri carnali, il rapporto con l’uomo è cambiato, portando Ciacci a voler interrompere la relazione clandestina. “Stava diventando qualcosa di serio, ho messo la parola fine e ho avuto il coraggio di parlarne con chi di dovere. A me non interessava confessare il suo tradimento quanto il mio”. Da quel momento, Ciacci non ha avuto più rapporti con la coppia, che dalle sue parole si apprende viva un rapporto rafforzato dopo il tradimento. Giovanni Ciacci dal canto suo non ha stravolto la sua indole da uomo infedele, anche se lui predilige chiamarla con un altro nome: “L’aggettivo non mi ha mai fatto impazzire. Preferisco parlare di libertà e non mi vergogno a dire che sono un infedele per natura. Detesto la falsa moralità”.

CONTINUA A LEGGERE SU LAWEBSTAR.IT

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.