Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Giuliana De Sio e Alessandro Haber, il triste ricordo: “Ho perso un figlio da lui”

Giuliana De Sio e Alessandro Haber si raccontano a Serena Bortone tra primi incontri e amore di gioventù, poi il triste ricordo

Pubblicato

su

giuliana de sio aborto

Giuliana De Sio è una delle attrici più seguite e apprezzate del panorama televisivo italiano. Ospite quest’oggi nello studio di Serena Bortone a Oggi è un altro giorno, la De Sio si è raccontata al fianco di Alessandro Haber, non solo un grande amico ma in passato anche un primo grande amore. Incalzati da Serena Bortone, la coppia di attori racconta il loro primo incontro e un momento drammatico del loro comune passato, la perdita di un figlio.

Giulia De Sio e Alessandro Haber, la loro giovane storia d’amore

Un’intervista molto divertente per certi aspetti quella odierna di Giuliana De Sio e Alessandro Haber, attori entrambi ospiti di Serena Bortone a Oggi è un altro giorno, in onda sulla Rai. Ampio spazio al racconto del loro primo incontro e alle parole di Haber sulla bellezza della giovane attrice allora poco più che 17enne: “Mi ha folgorato, era di una bellezza rara, di una persona rara proprio come atteggiamento“, racconta Haber della De Sio con la quale ha condiviso bellissimi sentimenti oltre all’attuale rapporto di profonda amicizia. Si scherza poi nello studio della Bortone tra Haber che di quel primo incontro dice di ricordare ogni dettaglio e la De Sio che si professa invece poco memore: “Io non mi ricordo niente“, ammette con ironia.

Il triste ricordo, Giuliana De Sio: “Ho perso un figlio da lui

Proprio raccontando del loro amore vissuto appena giovanissimi e che indiscutibilmente ha avvicinato entrambi e contemporaneamente al mondo della recitazione, specie la De Sio fortemente appoggiata dall’allora compagno, emergono anche ricordi meno piacevoli come il momento in cui la coppia nel pieno di una crisi ha perso un figlio: “Eravamo molto giovani, io ho perso un figlio da lui – confessa la De Sio – Adesso avremmo un figlio di 40 anni. Ci penso ma non solo con lui purtroppo, è successo anche dopo“. Interviene Haber poi, riprendendo le fila di questo triste discorso: “In quel momento eravamo in crisi, si stava disfacendo questo rapporto e in più lei era rimasta incinta. Anche io ci ho messo tanto a fare un figlio dopo perché anche io ero preoccupato solo del mio lavoro, della mia passione, poi ho capito che se non l’avessi fatto quando l’ho fatto non avrei più avuto un’occasione, infatti mia figlia mi ha cambiato proprio la vita“.