Connettiti con noi

TREND

Il Casino dell’Aurora di Roma all’asta: lotta tra miliardari per assicurarsi l’unico affresco di Caravaggio

La cifra per aggiudicarselo sarà da record

Pubblicato

su

Caravaggio Michelangelo Merisi

Non ne esistono altri al mondo, e gli uomini più ricchi del pianeta lo sanno bene…

Michelangelo Merisi, altresì detto Caravaggio, ha segnato tele dal valore artistico inestimabile. Nel corso della sua ricca opera, gode però di un’unicità mistica l’affresco dal nome Il Camerino di Giove Nettuno e Plutone o Gabinetto Alchemico, solo affresco a firma del pittore milanese. Tale mirabile dimostrazione delle capacità del Merisi è parte del decoro del Casino dell’Aurora di Villa Ludovisi a Roma, che oggi sarà battuto all’asta.

All’asta per il Casino dell’Aurora anche Bill Gates e il Sultano del Brunei

Opportunità irripetibile di assicurarsi la proprietà di edificio e opere d’arte annesse, i facoltosi più facoltosi del nostro tempo non hanno mancato di annunciare le mire nei confronti del bene in vendita. Tra questi, annunciati possibili acquirenti anche Bill Gates e il Sultano del Brunei. Sebbene possa dai nomi resi noti che si tratti di un’asta riservata a pochissimi eletti così non è. Gli inviti all’offerta sono stati infatti inoltrati a oltre 20mila indirizzi facenti riferimento agli uomini più ricchi al mondo.

Bill Gates
Bill Gates

Lo Stato non può competere, la villa finirà in mani straniere

Come tale “pacchetto” artistico possa essere finito sotto l’insindacabile verdetto del martello battente il passaggio di proprietà è storia complicata di rivalità familiari e arzigogolate dispute tra eredi. Ciò che ha reso inevitabile la gara monetaria odierna sono soprattutto gli interventi necessari al restauro del Casino dell’Aurora, stimati per 11 milioni di euro. Non per tutti insomma. Oltre 2mila metri quadrati, giardini e opere d’arte fanno della residenza uno dei luoghi più ambiti della Capitale. C’è chi, consapevole dell’elevata possibilità che il tutto termini in mani straniere ha chiesto l’intervento dello Stato. Non esistono parò casse pubbliche larghe al punto di accontentare tale speranza.

CONTINUA A LEGGERE SU LAWEBSTAR.IT

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.