Connettiti con noi

SERIE TV

Il Commissario Montalbano, non ci saranno nuovi episodi: Luca Zingaretti sul futuro della fiction

Cala il sipario sulla serie tv dei record dopo le amare considerazioni di Luca Zingaretti

Pubblicato

su

il commissario montalbano luca zingaretti finale

Il Commissario Montalbano potrebbe non vedere l’alba di nuovi episodi. Una delle più seguite fiction Rai nata dagli scritti di Andrea Camilleri e che ha fatto affezionare milioni di telespettatori all’attore Luca Zingaretti che nella serie ricopre il ruolo protagonista del Commissario di Polizia Salvo Montalbano, potrebbe non vedere la luce di un nuovo ciak: a spiegarne i motivi è stato lo stesso Zingaretti in una recente intervista sulla serie televisiva dei record.

Il Commissario Montalbano: nessun nuovo episodio, verso la fine della serie tv

Era il 1999 quando per la prima volta è andata in onda in televisione, su Rai, la celebre fiction Il Commissario Montalbano. Oltre 20 anni di serie televisiva che non ha mai smesso di deludere il pubblico che, nel tempo, l’ha premiata con ascolti assolutamente da record per la rete che lo ha puntato sulla fiction per battere in più occasioni la concorrenza e personalità come Maria De Filippi. Quindici le stagioni che hanno avuto vita dai romanzi dello scrittore Andrea Camilleri, morto il 17 luglio del 2019. Una serie tv di successo che potrebbe però aver raggiunto la fine: dalle parole rilasciate infatti da Luca Zingaretti in una lunga intervista a La Repubblica, si evince la possibilità che non vengano registrati più episodi e ne spiega il perché.

Luca Zingaretti: “Mi sembra conclusa

Luca Zingaretti, per tutti affettuosamente il Commissario Montalbano, è il primo a credere che la fortunata fiction Rai sia giunta al termine: “Montalbano non è mai stato un problema di soldi. Diciamo che per me è stata un’avventura professionale e umana meravigliosa – ha raccontato Zingaretti nel corso dell’intervista – Adesso mi sembra conclusa“. Con la morte di Andrea Camilleri e Alberto Sironi, regista e sceneggiatore, per Zingaretti sono venuti meno i presupposti per credere nella realizzazione di nuovi episodi: “L’autore non scrive più e anche il mio amico regista se ne è tristemente andato. Ha senso terminare la saga filmando gli ultimi due romanzi inediti anche in segno di rispetto verso di loro? Oppure è proprio la loro mancanza a suggerire un rispetto silenzioso? Propendo per la seconda ipotesi“.