Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Ilona Staller sulla relazione con Jeff Koons: “Mi ha fatto cose tremende”

Ilona Staller racconta i suoi 70 anni: dal primo matrimonio a Schicchi e Jeff Koons, poi la profonda amicizia con Moana Pozzi e un futuro in tv

Pubblicato

su

Ilona Staller e Jeff Koons

Ilona Staller: la vita artistica raccontata 70 anni dopo

Ilona Staller si racconta a 70 anni compiuti lo scorso novembre. Dal difficile rapporto con il padre a quel primo matrimonio, celebrato con tristezza e avversione, passando per Schicchi e Moana Pozzi senza tralasciare la relazione con l’artista americano Jeff Koons dalla quale è nato suo figlio, nel 1992, Ludwig.

Ilona Staller: l’abbandono del padre e il primo, triste, matrimonio

Ilona Staller si racconta senza veli e senza alcuna intenzione di tralasciare dettagli o sorvolare sui momenti meno felici della sua esistenza a 7, sulle pagine del Corriere della Sera. Si parte da un breve ritratto del padre che la abbandonò quando aveva solamente 3 anni e che ebbe modo di rivedere solo in un’occasione, in età adolescenziale. Si passa poi al ricordo di quel primo matrimonio con un uomo che all’epoca aveva 25 anni più di lei e che lavorava in un’agenzia di viaggi: “Prima delle nozze cambiai idea e gettai l’anello sulla neve, ma il mio patrigno mi costrinse a sposarlo lo stesso, altrimenti sarebbe stata una vergogna. Il prete disse ‘questa è la sposa più triste che abbia mai incontrato‘”. La svolta arrivò per lei a Milano, quando iniziò a cominciare come modella e incontrò Riccardo Schicchi con il quale ebbe una relazione tra il 1974 e il 1988: “Lui non voleva che lo dicessi per non deludere i fan“.

L’incontro con Schicchi e poi Koons: “Una relazione disastrosa”

Dopo Schicchi il colpo di fulmine, al principio, per l’artista americano di fama mondiale Jeff Koons: “Appena lo vidi dissi ‘con questo farò un figlio“, confessa la Staller nel corso dell’intervista. E così fu. Nel 1992 infatti nacque Ludwig, figlio della Staller e di Koons: “Mi ha steso economicamente – rivela la Staller dell’artista – Quando l’ho lasciato ero ancora innamorata. Mi ha fatto cose tremende, è stata una relazione disastrosa. Una volta a Monaco di Baviera in pieno inverno, con tanto di neve, mi chiuse fuori nel terrazzino, avevo il pancione. Dovetti gridare a Herbert, il portiere, di chiamare la polizia. È stato crudele“. I rapporti non sembrerebbero essere migliori ora.

Il ricordo di Moana Pozzi e ora il sogno di un talk show in tv

E c’è infine il ricordo di Moana Pozzi con la quale lavorò sul set a luci rosse ma, soprattutto, con la quale ebbe un profondissimo rapporto d’amicizia: “Abbiamo lavorato tanto insieme, fatto tanto sesso insieme e ci siamo raccontate le nostre cose [..]. Quando è morta, sua mamma mi ha invitata a casa sua e mi ha chiesto di scegliere un capo di abbigliamento, voleva regalarmelo. Presi un paio di stivali, anche se io calzo 37 e lei 42. La madre continua a piangere, non si capacitava“. Dopo una lunga parentesi che l’ha vista in prima linea nel mondo della politica italiana, ora Ilona Staller sogna un talk show tutto suo ma non disdegna una partecipazione in tv in qualche reality nostrano: “In Italia mi piacerebbe il Grande Fratello Vip, oppure l’Isola dei Famosi“.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.