Connettiti con noi

DA SEGUIRE

In vendita gli occhiali di Facebook: l’accessorio virtuale firmato Ray-Ban

Foto istantanee e utilizzo dei social: parte la rivoluzione nel mondo dell’ottica

Pubblicato

su

Un paio di classici Ray-Ban

Facebook e il gruppo EssilorLuxottica hanno sviluppato e già immesso sul mercato i primi smart glassess, sfruttando il marchio più iconico del gruppo italiano, Ray-Ban. Questi occhiali intelligenti, pardon, i Ray-Ban Stories promettono di spopolare tra tutti gli amanti di tech e moda.

Cosa consentiranno di fare i Ray-Ban di Facebook Ray-Ban

I Ray-Ban Stories verranno lanciati insieme ad una nuova app disponibile per dispositivi Android e iOS, chiamata Facebook View, che permetterà di modificare, importare e condividere i contenuti fotografati istantaneamente dagli occhiali, con la possibilità di poterli caricare su qualsiasi social installato sul proprio smartphone, da Facebook a TikTok, senza dimenticare Snapchat o WhatsApp.

Come ha avuto modo di dire Andrew Bosworth, Vice Presidente di Facebook RealityLabs: “Ray-Ban Stories è progettato per aiutare le persone a vivere il momento e a rimanere in contatto con le persone con cui sono e con quelle che vorrebbero essere. EssilorLuxottica è stata a dir poco stellare in questa partnership e grazie al loro impegno per l’eccellenza siamo stati in grado di offrire sia stile che sostanza in un modo che ridefinirà le aspettative degli occhiali intelligenti”.

Ray-Ban Stories: i modelli e il funzionamento

I modelli scelti da Facebook per implementare le sue funzioni sono alcuni iconici dell’universo Ray-Ban, ossia i modelli Wayfarer, Meteor e Round. Occhiali entrati nella storia anche grazie alle “apparizioni” in pellicole cinematografiche cult, come The Blues BrothersMiami Vice e che ora, grazie a due fotocamere da 5 Megapixel poste in prossimità delle cerniere frontali, permetteranno di catturare la realtà di fronte a chiunque ne indossi un paio. Le foto raggiungono una risoluzione di 2592 x 1944 pixel, mentre i video quella di 1184 x 1184 pixel a 30 fps. Notevole anche lo spazio di archiviazione, che si assesta intorno agli 8 GB, permettendo di contenere ben 500 foto o 30 video (per una durata massima di 30 secondi).

Da quando e dove saranno disponibili i Ray-Ban Stories

I modelli di occhiali made in Facebook sono disponibili dal 9 settembre, in tutti i negozi che rivendono il marchio Ray-Ban e sul sito ufficiale. Inoltre l’Italia è tra i primi sei Paesi che sono stati scelti per il lancio dei Ray-Ban Stories. Il costo? 299 dollari per le versioni base, 329 dollari per i modelli con le lenti polarizzate e 379 dollari per quelle fotocromatiche.

Advertisement

Da non perdere

Advertisement