Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Jane Alexander si confessa: “Mi sono sentita sporca, infelice, sbagliata”

Un racconto sofferto e toccante, dal momento più buio sino alla presa di coraggio per cambiare le cose

Pubblicato

su

Jane Alexander Oggi è un altro giorno

Jane Alexander, ospite a Oggi è un altro giorno su Rai2, si è raccontata alla conduttrice Sara Bortone, toccando argomenti personali e privati, come il rapporto con il compagno Gianmarco Amicarelli e con suo padre, soffermandosi in particolar modo sulla sua dipendenza dall’alcol. Una battaglia vinta soprattutto grazie all’affetto proprio di Gianmarco e all’amore per il figlio Damiano.

Jane Alexander e la dipendenza dall’alcol

Bevevo perché ero triste, bevevo perché ero felice, bevevo perché dovevo festeggiare…” così Jane confessa davanti alle telecamere il periodo vissuto come vittima del binge drinking, ossia dell’assunzione smodata di alcol, finalizzata però a un rapido raggiungimento dell’ubriachezza.

Un demone, quello della bottiglia, dagli effetti devastanti, proprio come racconta la modella ed ex gieffina: “Mi capitava di uscire all’ora di pranzo e di tornare alle 3 di mattina senza mai aver smesso di andare, di vedere un altro locale.” Un momento tormentato, dove anche la vita di ogni giorno è stata alterata e sporcata dal consumo di alcol. Una situazione non gestibile, che minacciava di destabilizzare anche i rapporti familiari con il figlio Damiano. Un momento particolarmente triste per Jane, che ha affermato di essersi sentita” sporca, infelice, sbagliata“.

La nuova vita di Jane Alexander

Jane Alexander Oggi è un altro giorno

“Sono 2 anni e 5 mesi che non bevo più. Che non tocco un goccio d’alcol.” Con estremo orgoglio, dopo un racconto tanto denso di sconforto e dolore, Jane ha concluso parlando dell’impegno profuso per cambiare lo stato delle cose. Una lotta condotta non da sola, ma grazie alla spalla dell’amato Gianmarco, al suo fianco passo dopo passo in questo cammino verso la disintossicazione. “Non era una cosa facile, né starmi vicino, né aiutarmi in questa cosa. […] Lo ringrazierò per sempre, penso, per tutta la vita“.
Una strada che dagli Alcolisti Anonimi ha riportato adesso Jane a riprendere in mano la propria vita, con il coraggio e la determinazione che l’ha sempre contraddistinta.