Connettiti con noi

PROGRAMMI

Katia e Soleil sparlano di Lulù in lizza per la finale: “È un cartone animato”, il video

Katia e Soleil, lontano dal gruppo, commentano Lulù Selassié che a loro dire non si meriterebbe affatto la finale di questo GF Vip

Pubblicato

su

Katia Ricciarelli e Soleil

Katia Ricciarelli e Soleil Sorge criticano Lulù in corsa per la finale del GF Vip

Soleil Sorge non ha preso affatto bene o comunque, parlando con Katia Ricciarelli in disparte così sembra, il fatto che Lulù Selassié sia in corsa per un posto da finalista di questa edizione del Grande Fratello Vip. Un fitto taglia e cuci quello della Sorge che su Lulù ne ha da dire e rinfacciare, appoggiata su tutto da Katia.

Il taglia e cuci di Katia e Soleil alle spalle di Lulù

Ogni volta che ha dato il peggio di sé hanno sempre cercato di farla capire e comprendere“, così sentenzia Soleil Sorge parlando di Lulù Selassié, trattata a suo dire “con i guanti” anche quando c’erano poche giustificazioni da trovare. Un trattamento ingiusto e sicuramente diverso da quello che a suo dire sarebbe stato riservato a lei. “Io magari dico una cosa fuori posto e mi hanno fatto un caso, chiesto di chiedere scusa di qua e di là – continua Soleil – Ha detto delle robe allucinanti, ha fatto delle scenate… e dallo studio le hanno sempre detto ‘no, resta come sei perché sei sensibile, ti apprezziamo per quello che sei’. È così che funziona la comunicazione“. In pratica per Soleil dallo studio sarebbe arrivata troppa bontà nei confronti di Lulù Selassié e troppe giustificazioni che l’avrebbero dipinta agli occhi del pubblico per una persona che in realtà non sarebbe.

Katia Ricciarelli: “Se tiri via la borsetta e quei due bernoccoli…”

La gran parte del pubblico guarda solo quello che accade in puntata – lamenta poi in disparte, in camera con Katia, sempre Soleil – Tutti i suoi atteggiamenti poi, le sue parole pesanti anche su tematiche sociali, fa degli scleri allucinanti e tutto questo l’hanno fatto passare ‘ah ma le manca Manuel, va bene come sei, sei sensibile continua così“. La parola passa poi alla Ricciarelli, ancora più tranchat nei confronti della Selassié con la quale di certo non corre buon sangue: “Ecco, come ha detto Kabir, è un cartone animato. Non c’è niente di vero dentro questa ragazza, dalle lentiggini a quelle due cose che ha in testa, la borsettina, se tiri via la borsetta e i bernoccoli…”.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.