Connettiti con noi

TREND

La Gioconda di Leonardo ha una sorella? La scoperta alla Camera

Anche in Italia ci sarebbe una Gioconda non meno preziosa della “sorella” esposta al Louvre

Pubblicato

su

scoperta Gioconda in Italila

Anche in Italia ci sarebbe una Gioconda di Leonardo Da Vinci

Incredibile ma vero, la Gioconda potrebbe avere una “sorella” ancora più italiana di lei. La scoperta è di queste ultime ore ed è stata fatta all’interno di uno dei depositi di Montecitorio a Roma. Una scoperta che lascia gli appassionati d’arte e non solo a bocca aperta dal momento che si tratterebbe di una “copia” della Gioconda di Leonardo, esposta al Louvre, alla cui realizzazione però potrebbe aver contribuito lo stesso.

La sorella della Gioconda: la scoperta a Montecitorio

scoperta Gioconda in Italila

Non si tratta di una ristampa e nemmeno di una banale e recente copia del grande capolavoro di Leonardo ma, come riporta La Repubblica, quella trovata in un deposito di Montecitorio sarebbe una Gioconda vera e propria la cui realizzazione risalirebbe al Cinquecento. L’aspetto non inganna: si tratta di una Gioconda non dissimile dalla più celebre opera di Leonardo esposta al Louvre di Parigi. A parlare del ritrovamento, straordinario, è stato a La Repubblica Francesco D’Uva, il questore della Camera: “Si tratta di una copia del quadro del Louvre realizzata dalla bottega di Leonardo, forse addirittura con la stessa collaborazione“. Di tale raffinatura sarebbe la tecnica che si ipotizza ci sia quasi sicuramente la mano dello stesso Leonardo sulla copia dal momento che le analisi sul dipinto avrebbero dato come frutto la presenza di “correzioni” che sarebbero le stesse identiche rintracciate sulla Monna Lisa più celebre. Anche in Italia quindi, alla Camera, con tutta probabilità è presente una Gioconda che se non interamente realizzata da Da Vinci sarebbe stata quasi sicuramente realizzata nella sua bottega e da lui revisionata in minima parte.

CONTINUA A LEGGERE su LAWEBSTAR.IT

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.