Connettiti con noi

BENESSERE

La spesa di novembre: le castagne, le protagoniste del carrello autunnale

Dal risotto al bergamotto al minestrone “dei miracoli”, ma le vere protagoniste sono le castagne

Pubblicato

su

Castagne arrosto

Il vostro carrello della spesa a novembre non potrebbe essere più ricco: questo mese offre infatti una gran varietà di frutta e verdura. Dai cavolfiori al radicchio, passando per i funghi e il prezioso tartufo: ci troviamo nella stagione perfetta per il minestrone che, ricco di vitamine e minerali, può diventare pregiato anche nel gusto, con le aggiunte giuste. E perché non provarlo con la frutta secca tostata?

Tante piccole ricette con gli ingredienti protagonisti della spesa di questo periodo dell’anno.

La bietola, ottima ancor più al vapore

Non può mancare nel carrello di novembre la bietola da costa (che si può ritrovare volendo in tutti i periodi dell’anno) ma è più indicata in questo periodo autunnale. Un ortaggio antianemico e diuretico dalle origini molto antiche – pare che già i Babilonesi lo conoscessero- in Italia è coltivato soprattutto in Puglia. Perché cuocerlo al vapore? Perché risulta essere la cottura più consigliata per far sì che la bietola mantenga il più possibile tutte le sue qualità.

Castagne e bergamotto, il lato dolce della spesa

Dalla parte dolce della spesa non sarebbe novembre senza le più classiche castagne, ricche di amidi (31% se fresche, 60% se secche), raccomandate fin dall’antichità dal famoso medico Galeno. Potete però fare anche scorta di cachi, utili alla depurazione del fegato. E poi bergamotto, cedri, mandarini, clementine. Dolce sì però il bergamotto è ottimo anche per realizzare piatti salati come il risotto o le marmellate “amare”.

Il risotto al bergamotto di Cristina Sagiletti

il bergamotto a fette

La ricetta del risotto al bergamotto è relativamente semplice. Per 4 persone serviranno 280 gr di riso Carnaroli, 2 noci di burro, un bergamotto, 4 cucchiai di formaggio parmigiano grattugiato, un cucchiaio di olio d’oliva, sale e pepe nero a piacere. In una pentola si lascia fondere a fiamma bassa una noce di burro con l’olio, poi si aggiunge il riso. È bene poi aggiungere 2 cucchiai di succo di bergamotto e alzare leggermente la fiamma. Si procedere poi con acqua calda a sufficienza lasciando cuocere, coprendo la pentola con un coperchio. Aggiungere un altro cucchiaio di bergamotto con poca acqua calda e infine aggiungere la seconda noce di burro, a seguire il parmigiano, il sale e il pepe con un po’ di scorza di bergamotto ad accentuare la nota agrumata. Mescolare ancora per qualche minuto a fiamma bassa facendo attenzione a non far attaccare il riso ed il gioco è fatto.

Il minestrone magico multi-verdura

il minestrone

Il minestrone può essere un buon piatto novembrino salvavita, ma ricordate che non sostituisce un pasto, ed è sconsigliato a chi soffre di gonfiore addominale o reflusso gastrico. Nel caso si utilizzino ingredienti decongelati e non freschi è bene ricordare di non ricongelarlo. Quanto agli ingredienti, la scelta è quanto mai ampia e arbitraria: le verdure vanno scelte a discrezione dei gusti, basta che non manchino carote, sedano, fagioli e zucchine per un totale di circa 150 gr di verdure per 8 persone. Ritagliatevi tra la mezzora e i 50 minuti di cottura prima di considerare il minestrone “cotto”. Piccoli trucchi? Un consiglio può essere quello di aggiungere sempre un rametto aromatico nell’acqua di cottura.

Il flambé di castagne

Come ricetta dolce non si può non contemplare il flambé di castagne. Per un flambé pensato per 4 persone è consigliato munirsi di circa un 1,5 kg di castagne, 2 foglie d’alloro, 200 gr di zucchero, 100 gr di cacao, mandorle e 100 gr tra cedro e arancia candita a cui si aggiungono i classici olio, sale, un pizzico di vanillina e un bicchierino di rum. Tutto prende il via lessando per circa 40 minuti le castagne in acqua leggermente salata e insaporita con dell’alloro. Una volta lessate e creato con loro un purè, si procederà aggiungendo zucchero, cacao, canditi, mandorle tritate e vanillina nel mentre si continua a mescolare. Pronto il tutto, si versa il composto in uno stampo e lo si ripone nel frigorifero per qualche oretta. Una volta raffreddato, capovolgere il composto si un piatto, versare sopra il piccolo bicchierino di rum e godersi lo spettacolo pirotecnico grazie ad un accendino. Un bel dolce scenografico per lasciare tutti a bocca aperta.