Connettiti con noi

Attualità

L’ultima Regina: addio a Elisabetta, la donna che nessuno ha visto nascere e tutti morire

Ecco perché oggi è morta la Regina di tutti

Pubblicato

su

Regina Elisabetta

Si è davvero chiusa un’era: addio Regina Elisabetta II

Il 21 aprile del 1926 erano vive circa 100mila persone delle stesse che oggi, 8 settembre 2022, hanno appreso la notizia della morte della Regina Elisabetta II. Longeva, come da auspicio cantato come inno da 54 Stati al mondo, al punto da essere venuta al mondo in tempi tanto remoti che ad avere vera memoria della sua nascita non vi è rimasto oggi praticamente nessuno. A tutti, resterà invece nella mente questo giorno, per svariati motivi.

Penso che un giorno così non ritorni mai più

La Regina Elisabetta II ha letteralmente accompagnato la vita di tutti noi, di tutte le persone attualmente sul pianeta. Non è un fatto da poco e non è una mera curiosità statistica. Si tratta di un rilevantissimo imprinting culturale globale che ci accomuna tutti indifferentemente. Regina d’Inghilterra, del Regno Unito, del Commonwealth, vero, ma si potrebbe dire di tutto il mondo. Regina da sempre, Elisabetta, e in modo scherzoso si diceva Regina per sempre. Chi poteva, d’altronde, immaginare un giorno così? Chi poteva immaginare un mondo senza Regina, visto che nessuno di noi lo ha mai vissuto senza di lei?

Ricordiamo del God save the Queen

Quello che oggi sfugge, ma di cui presto avremo coscienza, è che Elisabetta II sarà per tutti noi, gli stessi noi di prima, ovvero tutti i viventi di questo mondo (a meno di sorte particolarmente avversa per la linea di successione), anche la nostra ultima Regina. Ora Carlo III, poi sarà il turno di William, e ancora di George. Si canterà la lunga vita al Re per molto, molto tempo da ora in avanti e ciò che sembrava la più normale delle normalità, quel God save the Queen, si trasformerà, sbiadendo nella nostra memoria, nella più rara delle rarità.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.