Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Madonna censurata da Instagram, ma lei pubblica di nuovo tutte le foto

La leggendaria cantante non ci sta e si scaglia contro il social e le restrizioni sul nudo femminile

Pubblicato

su

Madonna Youtube Foto

Madonna continua a far parlare di sé e stavolta lo fa tramite il repost di alcune foto che Instagram ha deciso di censurare nella giornata di ieri. Il perché sarebbe da ricercare negli algoritmi del social che impazziscono alla vista di un qualsivoglia capezzolo femminile.

Immediata la risposta della star che, a suo modo, le ha cantate ai benpensanti e ad Instagram stesso.

Madonna e le foto della discordia: “Instagram ha rimosso le foto senza preavviso

A seguito della censura alle foto postate ieri su Instagram, la Regina del Pop torna alla carica, ripostandole e cercando di fare ben attenzione all’algoritmo del social, killer di foto di nudo e simili. Insieme alle foto arriva anche un lungo messaggio dell’artista, da sempre sensibile alla censura ma anche alle lotte contro la mercificazione del corpo femminile: “Sto ripubblicando fotografie che Instagram ha tolto senza preavviso o notifica. La ragione che hanno dato al mio manager, che però non gestisce il mio account, è che una piccola porzione del mio capezzolo è stata esposta. È ancora sorprendente per me che viviamo in una cultura che consente di mostrare ogni altro centimetro del corpo di una donna tranne un capezzolo. Come se quella fosse l’unica parte dell’anatomia di una donna che potrebbe essere sessualizzata“.

Lo sfogo social di Madonna contro ogni forma di censura

Madonna Instagram
Una delle foto ripostate da Madonna sul proprio account. Fonte: Instagram

Il post al vetriolo della Ciccone prosegue nel criticare pesantemente non soltanto il metodo censorio di Instagram, ma mettendo alla berlina la differenza di trattamento verso il corpo maschile rispetto a quello femminile:Il capezzolo di un uomo non può essere vissuto come erotico??!! E che dire del culo di una donna che non viene mai censurato da nessuna parte. Ringrazio di essere riuscita a mantenere la mia sanità mentale lungo 4decenni di censura… sessismo… ageismo e misoginia”. L’attacco va infine a colpire anche la cultura americana che la cantante ritiene essere ipocrita nonostante tutti i decenni di lotte contro ogni forma di discriminazione, non soltanto quella contro le donne, commentando come le restrizioni sul nudo siano figlie di un’educazione e di una società false:Perfettamente in linea con le bugie cui siamo stati educati a credere sui pellegrini che spezzano il pane con gli indiani nativi americani. Dio benedica l’America“.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.