Connettiti con noi

PROGRAMMI

Minacce e avvocati all’Isola dei Famosi: Clemente e Laura contro Nicolas

Prima la presunta minaccia d’aggressione, poi quella legale e infine la minaccia d’abbandono: Laura Maddaloni e Clemente Russo al centro dell’Isola dei Famosi

Pubblicato

su

Laura Maddaloni, Clemente Russo e Nicolas Vaporidis

Clemente e Laura contro Nicolas, ma poi è contro tutti all’Isola dei Famosi

Puntata accesa e movimentata ieri sera all’Isola dei Famosi. Ilona Staller lascia definitivamente il gioco ma non è lei la protagonista. Ieri sera tutti i riflettori honduregni sono stati puntati sul trio composto da Laura Maddaloni, il marito Clemente Russo e Nicolas Vaporidis. Presunte minacce e poi pesanti accuse: tutto quello che è successo ieri sera.

Clemente Russo e Laura Maddaloni contro Nicolas Vaporidis

Presunte minacce fisiche, presunte minacce d’azioni legali e poi presunte minacce d’abbandono: ieri sera Ilary Blasi non si è fatta mancare nulla. Passa in sordina in confronto il tentativo di ricreare un triangolo amoroso come al GF Vip tra Beatriz, Roger ed Estefania. Al centro c’è la coppia marito e moglie, Clemente Russo e Laura Maddaloni, e vicino al loro c’è Nicolas Vaporidis. Il tutto scoppia dopo la prova della pelota honduregna dopo la quale in puntata sarebbe successo di tutto. “Ho sentito la parola ‘minacce, mi spiegate?”, chiede Ilary dall’Italia subito dopo la prova. A galla viene un presunto gesto di Clemente Russo del tutto frainteso però, a suo dire, da Nicolas Vaporidis.

Clemente si difende: “Intendevo a parole ovviamente”

Clemente Russo Isola dei Famosi con Laura Maddaloni contro Nicolas Vaporidis

La minaccia è stata un gesto con le mani accompagnato da parole. Gli ho detto ‘dopo ti faccio un cul* così in Palapa però, davanti a tutti – spiega Clemente dilungandosi sul gesto a Nicolas Vaporidis – Intendevo che glielo facevo a parole. Anche perché parlando di lui ci siamo scordati di dire tante cose. Ma ne parliamo con calma e gli facciamo un ‘cuore’ così, a parole ovviamente“. Un gesto subito male interpretato invece da Vaporidis che si è sentito minacciato: “Un pugile campione olimpico che dice queste cose… Questa non è sportività – esplode Vaporidis – Non sanno stare al gioco. Ragazzi mi ha detto proprio ‘ti faccio un cul* così’. Detto da un pugile dei pesi massimi non credo sia una bella cosa da dire in diretta tv“.

Laura Maddaloni, le accuse contro Nicolas: “Hai messole mani addosso ad una donna”

instagram lawebstar.it

E dalle presunte minacce d’aggressione fisica, si passa poi alla minaccia legale. A intervenire in questo caso è Laura Maddaloni. La moglie di Clemente Russo, dopo il diverbio con Vaporidis, ha voluto accusare quest’ultimo d’averle messo le mani addosso durante la prova. “Tu che metti le mani addosso ad una donna? – tuona la Maddaloni contro Nicolas – Sei venuto testa a testa contro di me. Ora vado a parlare con l’avvocato e poi vedi“. Così minaccia la Maddaloni di ricorrere al proprio legale. Risponde però a tono anche questa volta Nicolas, che accusa Laura di aggredirlo solo per proteggere Clemente: “Sostiene che le ho messo le mani addosso! Per fortuna ho loro testimoni, solo per difendere il marito che mi ha minacciato sostiene che ho alzato le mani contro di lei“.

Le minacce legali e la minaccia di abbandono di Laura Maddaloni

Di fronte all’accusa, Vaporidis è una furia: “Sentirmi dire da una donna che io possa averla picchiata è una calunnia bella e buona. C’erano tutti, nessuno ha visto che ho alzato le mani. Ci sono le telecamere ovunque, riprendono tutto. Stai dicendo cose orribili in questo momento“. In ultimo però non manca il fraintendimento finale che porta la Maddaloni a minacciare l’abbandono. Una domanda fraintesa di Vladimir Luxuria la fa crollare in lacrime. “Chi ha minacciato Clemente?“, chiede Vladimir, intendendo Clemente vittima di minaccia e non artefice. Così però non arriva alle orecchie di Laura Maddaloni che crolla e minaccia di lasciare il gioco: “Me ne voglio andare. Basta. È dal primo giorno che è accanita con noi. Il tuo ruolo è importante, è un accanimento continuo questo“.