Connettiti con noi

PROGRAMMI

Nunzia De Girolamo ricorda la sua esperienza a Ballando con le Stelle al fianco di Raimondo Todaro

I due hanno partecipato insieme nel 2019

Pubblicato

su

Raimondo Todaro e Nunzia De Girolamo

Raimondo Todaro ha deciso di porre fine alla sua esperienza come maestro di danza di Ballando con le Stelle, una decisione improvvisa che ha lasciato di stucco il pubblico, gli altri membri del cast del programma e i vari compagni di avventura che hanno ballato al suo fianco nell’arco degli ultimi 15 anni. Tra le concorrenti che hanno duettato con il talento catanese, Nunzia De Girolamo, in gara con Raimondo Todaro nel 2019, anno della quattordicesima edizione di Ballando con le Stelle. Arrivati quinti al termine della competizione, i due hanno conquistato il pubblico per l’affiatamento mostrato al di fuori della pista di ballo. Oggi, nel giorno in cui il programma saluta uno dei suoi volti storici, presenti sin dalla prima edizione, è stata proprio Nunzia De Girolamo a raccontare la sua esperienza a Ballando con le Stelle al fianco di Raimondo Todaro.

Nunzia De Girolamo e Raimondo Todaro: il ricordo del percorso insieme a Ballando con le Stelle

Che impressione hai avuto di Raimondo la prima volta che l’hai incontrato?

Mi è sembrato un ragazzo molto semplice, allegro, affettuosissimo e all’inizio, provenendo da un mondo completamente diverso, non ero abituata a quell’affetto, a quella confidenza fisica. È poi diventato in pochissimo tempo un “compagno di liceo” con cui fare marachelle. Sicuramente, appena sono entrata in sala da ballo con lui ho compreso quanto fosse un bravo professionista, ma sempre con il sorriso sul volto e dotato di una grande pazienza anche con chi, come me, non sapeva ballare.

Come ti sentivi a scendere in pista per danzare al suo fianco?

La sensazione in pista era di sicurezza: lui mi guardava, mi rassicurava, era sempre molto esigente, anche quando ci allenavamo, ma ti faceva percepire che aveva il controllo e la consapevolezza di quello che si stava facendo. Per me è stata un’esperienza di una grandissima importanza, perché la spensieratezza e il divertimento che ho vissuto a Ballando con le Stelle e con Raimondo non lo potrò mai dimenticare.

“Ci siamo divertiti come due adolescenti”

Quali sono stati i motivi più divertenti vissuti con Raimondo a Ballando?

Ce ne sono talmente tanti che sarebbe impossibile elencarne uno soltanto. Sicuramente quando un giorno abbiamo iniziato a giocare come due ragazzi di liceo in gita, tirandoci l’acqua e rincorrendoci per tutte le sale di Ballando come due adolescenti. Ma anche quando gli ho fatto credere che mi fossi rotta una caviglia cadendo: la sua faccia non la dimenticherò mai.

Cosa ne pensi del suo addio al programma?

Non so i motivi della scelta di Raimondo, ma so il grande affetto che lui prova per Milly Carlucci, lo staff, per i suoi colleghi e so che per lui sicuramente sarà stata una decisione sofferta. Gli auguro un grandissimo in bocca al lupo per la carriera che lo attende e per le prossime sfide che dovrà affrontare. È un grande professionista, un grande ballerino e sono sicura che la sua carriera sarà ancora molto lunga e ricca di soddisfazioni.