Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Paolo Rossi, la moglie Federica Cappelletti a RTL 102.5: “Mi ha chiesto di non dimenticare il nostro amore”

Federica Cappelletti ricorda il marito Paolo Rossi un anno dopo la sua scomparsa

Pubblicato

su

Federica Cappelletti e Paolo Rossi

Paolo Rossi: è già trascorso un anno dalla scomparsa di Pablito, l’eroe del Campionato del Mondo disputato in Spagna nell’82, l’anno del sogno Azzurro. Un calciatore indimenticabile che viene rievocato simbolicamente oggi, nel giorno del suo anniversario di morte, nelle amorevoli parole e nei ricordi della moglie, Federica Cappelletti, intervistata a Non Stop News su RTL 102.5 da Giusi Legrenzi, Enrico Galletti e Massimo Lo Nigro.

Per sempre noi due – Le nostre parole d’amore: Federica Cappelletti ricorda il marito Paolo Rossi a RTL 102.5

Una lunghissima intervista quella rilasciata oggi da Federica Cappelletti in una giornata cupa per la donna, un anniversario che non avrebbe mai voluto dover vivere: un anno fa l’Italia si fermava davanti ai titoli di giornale che riportavano della morte di Paolo Rossi, un calciatore indimenticabile, una leggenda del calcio italiano e mondiale. Ad un anno esatto dalla sua scomparsa – il 9 dicembre 2020 – la moglie Federica Cappelletti ha voluto parlare del loro amore ai microfoni di Non Stop News su RTL 102.5, discorrendo anche sul suo libro di recente pubblicazione dedicato proprio al grande amore della sua vita, dal titolo Per sempre noi dueLe nostre parole d’amore.

Un libro in nome di Paolo e del loro amore: “Negli ultimi giorni parlavamo molto di noi”

Scrivere questo libro per me è stata una terapia, un voler lasciare Paolo sulla carta rendendolo indelebile in qualche modo – ha raccontato la Cappelletti a RTL 102.5 – Negli ultimi giorni in ospedale parlavamo molto di noi. Abbiamo rivisto tante foto di momenti vissuti insieme e lui, a un certo punto, mi ha chiesto di non dimenticare il nostro amore e di non disperderlo. Da quel momento mi sono chiesta quale fosse il modo migliore per non disperderlo, anche se nel mio cuore sarebbe rimasto per sempre, ma volevo qualcosa di più anche per le mie figlie perché loro continuassero a viverlo anche nel tempo affinché si rendessero conto dell’amore che le ha generate“.

Un anno dopo la morte di Paolo: “Oggi è veramente difficile”

L'omaggio dell'Olimpico a Paolo Rossi dopo la sua scomparsa
L’omaggio dell’Olimpico a Paolo Rossi dopo la sua scomparsa

Una scelta difficile quella della Cappelletti, mossa da una parte dal forte desiderio di rendere indelebile ed eternato nella carta il suo amore; dall’altra dalla paura e dal dolore che avrebbe provato a ripercorrere i momenti più belli e felici insieme a Paolo, ora che non Pablito non c’è più. “Mattinate intere a piangere quando le bimbe non mi vedevano, però è stato anche terapeutico perché ho buttato fuori tanto dolore“, racconta sempre la Cappelletti a RTL 102.5. Un dolore che ha imperversato la loro vita sul finale, ma mai il loro amore con le promesse di matrimonio rinnovate poco prima del verdetto degli esami: “Lui non si aspettava davvero nulla, quando si è reso conto e ha visto tutto organizzato in riva al mare ha detto che solo i russi avrebbero potuto sposarsi lì, alla fine ha scoperto che eravamo noi e si è commosso. È stata una cerimonia molto bella, intima e suggestiva. Per fortuna rimane questo bellissimo ricordo per me e per le bimbe“.

Ricordi bellissimi ma purtroppo solo ricordi alla luce di un vuoto incolmabile e che continua a fare male nel cuore della Cappelletti: “Oggi è veramente difficile – confessa a Non Stop NewsÈ da ieri che non faccio che ricevere messaggi, tante testimonianze. Sono giorni un po’ complicati. È stato un anno in cui inizialmente mi sentivo dentro una lavatrice, quindi ero un po’ frastornata da tutto quello che stava succedendo dalla perdita di Paolo“.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.