Connettiti con noi

SERIE TV

Peaky Blinders, manuale per belle figure: non le solite curiosità sulla serie tv

Quanto sei Shelby da Cillian a Thomas? Le curiosità sulla serie tv tra le più attese a giugno su Netflix

Pubblicato

su

Thomas Shelby Peaky Blinders curiosità

Peaky Blinders: le più solite e le più insolite curiosità sulla serie tv

Peaky Blinders, un mare di curiosità sulla serie tv più attesa del momento. C’è la data d’uscita per la sesta stagione della serie tv ambientata a Birmingham – il 10 giugno 2022 su Netflix – ma c’è chi non sta resistendo alla tentazione di guardarla in inglese. La data, come si evince, è imminente e presto il finale di stagione di Peaky Blinders potrebbe diventare argomento di discussione al bar, a casa, a scuola.

Da amanti di Thomas Shelby o da perfetti sconosciuti: tutte le curiosità sulla serie tv.

Peaky Blinders, le curiosità: il manuale per non fare brutte figure

Siete sicuri di sapere davvero tuto su Peaky Blinder, curiosità annesse? Oppure, non sapete assolutamente nulla sulla serie tv ma necessitate di qualche spunto per non fare scena muta al primo appuntamento? Addentriamoci nel turbolento mondo della famiglia Shelby andando a caccia di inedite curiosità sulla serie di grande successo, ora alla sua sesta (ed ultima?) stagione.

Il taglio di capelli, amato dai fan e odiato da Cillian Murphy

Niente è stato lasciato al caso in Peaky Blinders e narra la leggenda che, in sede di sceneggiatura, siano state centinaia le foto del ‘900 passate in rassegna. Il motivo? Riuscire a replicare il taglio di capelli perfetto per i componenti della famiglia Shelby. A dichiararlo in una vecchia intervista ad Esquire Cillian Murphy: “Loz [Loz Schiavo, hairstylist] ha trovato questo libro di vecchi criminali, criminali australiani degli anni ’20. Tutti avevano questo taglio di capelli brutale e fo**utamente orribile“. Già, Cillian non ha mai apprezzato il look di Thomas.

3mila sigarette a stagione, ma era tutto finto

Finzione scenica? Totalmente. È il caso di dirlo parlando di Cillian Murphy, l’attore irlandese che interpreta Thomas Shelby, il protagonista di Peaky Blinders. Sono innumerevoli le scene in cui Thomas Shelby viene ripreso intento a fumare una sigaretta dopo l’altra, ma il vizio del fumo non fa parte della vita dell’attore. Eppure dietro le quinte si stima che in totale Thomas Shelby abbia fumato sul set circa mille sigarette a stagione. Ovviamente la finzione scenica è corsa in soccorso di Cillian Murphy che ha fumato sigarette finte, create apposta per la serie tv e del tutto prive di tabacco ma a base di erbe innocue per la sua salute.

Cillian Murphy era convinto che Thomas sarebbe morto nella seconda stagione

Thomas Shelby è morto. No, non si tratta di uno spoiler, tranquilli. Però per un bel lasso di tempo a crederlo è stato incredibilmente Cillian Murphy. Nel corso di un’intervista lo stesso attore ha confessato di aver creduto che Thomas sarebbe morto nel corso della seconda stagione di Peaky Blinders. Il motivo? Semplicemente, avrebbe sbagliato leggere il copione.

Thomas Shelby pronto a morire in tutte le stagioni

YouTube Invito LaWebstar

Sempre parlando della morte di Thomas Shelby, pare che in sede di produzione avessero pensato di far morire il protagonista di Peaky Blinders un po’ sempre. C’è chi lo voleva morto nella seconda, chi nella terza e poi nella quarta stagione. Dopo tante discussioni interne però si è convenuto che senza Thomas Shelby Peaky Blinders non avrebbe potuto avere un seguito.

Peaky Blinders: dai racconti di gioventù alla trama della serie tv

Chi c’è dietro a Peaky Blinders? Ovviamente lo sceneggiatore e regista cresciuto proprio a Birmingham, Steven Knight. Lo stesso regista e sceneggiare di Taboo e dello show Chi vuole essere milionario?. La curiosità in questo caso è sulla genesi degli episodi della serie tv: stando a quanto dichiarato in passato da Knight, per la trama si sarebbe fatto ispirare da fatti e persone realmente vissute. Storie di bande tramandate a lui da vicini di casa e conoscenti proprio nella sua gioventù a Birmingham. Finzione sì, ma l’ispirazione è quanto mai realistica.

Qual è il legame tra Ozzy Osbourne e Peaky Blinders

Cosa c’entra Ozzy Osbourne con Peaky Blinders? A chiamarlo in causa è stata Polly Grey, o meglio l’attrice Helen McCrory. La zia di Thomas Shelby ha infatti espresso in passato pubblica gratitudine nei confronti del frontman dei Black Sabbath. Il motivo? L’attrice avrebbe studiato nei minimi dettagli le performance di Osbourne per perfezionare il suo accento, imitando quello dello storico cantante.

Bonnie: pugile sul set e pugile nella vita reale

Jack Rowan, pugile dentro e fuori dal set. L’attore che interpreta il personaggio di Bonnie è stato davvero un pugile prima di dedicarsi alla vita da set. Certo, lo ha fatto in giovane età ma la sua sportività sembrava essere più che promettente alla luce dei 18 trionfi nei 27 combattimenti totali disputati all’età di 12 anni.

Snoop Dogg matto per Peaky Blinders: la serata in hotel con il regista per parlare di gang

Non solo Ozzy Osbourne e non solo David Bowie (anche lui grande fan della serie tv), pare che Peaky Blinders abbia del tutto conquistato anche il gigante Snoop Dogg. Si vocifera addirittura che in un’occasione proprio Snoop Dog abbia chiamato in un hotel il regista Knight proprio per parlare con lui e discutere, in generale, sul mondo e sulla cultura delle gang.

Thomas Shelby, l’uomo che ha mandato all’aria la dieta vegetariana di Cillian Murphy

Cosa non si è disposti a fare pur di entrare dentro ad un personaggio: Cillian Murphy ha da sempre rilasciato interviste molto approfondite su cosa è stato disposto a fare per entrare dentro al personaggio di Thomas. Rinunce, e non. Oltre ad una severa riduzione del tempo “libero”, scartato in favore di lunghi momenti di solitudine in casa per imparare al meglio la parte, Cillian Murphy, da tempo vegetariano, è arrivato a reintegrare la carne nella sua dieta. L’attore sembra abbia dovuto incrementare la sua massa muscolare per la serie tv, tornando a mangiare carne.

Il filo sottile tra Thomas Shelby e Biagio di Lilli e il Vagabondo

La voce di Thomas Shelby vi risuona familiare? Non è affatto un caso. Nella serie tv in versione italiana infatti a doppiare Thomas Shelby è Simone D’Andrea, la voce per esempio di Edward Norton in Birdman ma anche di Paul Kalkbrenner in Berlin Calling e di Biagio in Lilli e il Vagabondo.