Connettiti con noi

MUSICA

Pink Floyd: hater contro l’arcobaleno di The Dark Side of the Moon

Se queste persone avessero partecipato alle lezioni di musica di “School of Rock” si sarebbero evitate questa gaffe, sicuro

Pubblicato

su

the dark side of the moon

Pink Floyd attaccati (ingiustamente) su Twitter

I Pink Floyd sono finiti sotto l’occhio pungente degli hater su Twitter, ma alla base delle polemiche c’è un solo fondamento: l’ignoranza. In occasione dei 50 anni dalla pubblicazione dell’album The Dark Side of the Moon, la band britannica dei Pink Floyd ha proposto una rielaborazione dell’immagine di copertina, (il celebre prisma colpito da un fascio di luce che si divide con i colori dell’arcobaleno), in cui il prisma si è trasformato in un 50, mantenendo i colori dell’arcobaleno.

Pink Floyd accusati di opportunismo per l’arcobaleno in The Dark Side of the Moon

Ed è proprio questo che ad alcuni utenti non è piaciuto: hanno accusato la band di David Gilmour di aver introdotto i 7 colori soltanto per dimostrare un “opportunistico” sostegno alla comunità LGBTQI, il cui simbolo è per l’appunto la bandiera con i colori dell’arcobaleno. Ovviamente, questa polemica è priva di fondamenti, considerato che l’arcobaleno era già presente nel 1973, anno di uscita del loro album più famoso.

L’arcobaleno nella copertina dell’album c’è sempre stato

Ad intervenire sono state persone che un minimo di cultura generale, invece, ce l’hanno: “aspettate, davvero le persone sono arrabbiate per la copertina dell’album per il 50esimo anniversario?“. Hanno poi continuato mostrando come quell’arcobaleno ci sia sempre stato, distruggendo in un colpo solo tutte le sterili (e mal riposte) polemiche.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.