Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Pino Insegno racconta l’aneddoto su Claudia Gerini che gli ha cambiato la carriera

All’improvviso la sua carriera dipendeva dalla reazione di Claudia Gerini

Pubblicato

su

Pino Insegno

Una sua risata ha dato una svolta al destino professionale di Pino Insegno e della Premiata Ditta

Pino Insegno, attore, comico e doppiatore tra i più apprezzati e prolifici d’Italia, ha raccontato un episodio risalente ai suoi esordi. Un aneddoto decisivo in parte per dare il ‘la’ definitivo alla sua carriera, al quale è legata l’attrice Claudia Gerini. Come ha raccontato lo stesso Pino Insegno in una lunga intervista rilasciata a Chi, il fatto risale ai tempi in cui si stava formando la Premiata Ditta. Insegno, Roberto Ciufoli, Francesca Draghetti e Tiziana Foschi, erano in cerca di un’opportunità per farsi conoscere dal grande pubblico. A mettere per primo gli occhi su di loro fu Gianni Boncompagni, che decise però di metterli di fronte ad una singolare prova.

Pino Insegno racconta la prova scelta per lui da Gianni Boncompagni: giudice, Claudia Gerini

“Ci invitò a una festa a bordo piscina e ci fece esibire di fronte a un’orda di adolescenti dicendoci che se fossimo riusciti a far ridere Claudia – la Gerini, che si legò anche sentimentalmente a Boncompagni – ci avrebbe preso”, racconta Pino Insegno. Credendo che il destino suo e del gruppo fosse davvero legato alla reazione della giovane ragazza, Pino Insegno tentò il tutto per tutto: “Io prima di iniziare la avvicinai: ‘ti scongiuro, ridi’. Per fortuna lo fece, ma in realtà Boncompagni aveva già deciso”.

Da quel momento, oltre ad aver ottenuto uno straordinario successo televisivo e non solo, Pino Insegno ha stretto un’amicizia solida proprio con Claudia Gerini. “Ancora ci ridiamo su – spiega il doppiatore ricordando l’episodio – siamo rimasti amici e ci piace pensare che sia stata il deus ex machina di quel nostro primo successo”.

CONTINUA A LEGGERE SU LAWEBSTAR.IT

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.